Call For Impactability, i vincitori del contest promosso da 3Bee

Grande successo per la seconda edizione della Call for Impactability, una call for ideas aperta a tutti per finanziare le migliori idee di impatto basate sui principi di sostenibilità, circolarità ed equità ideata da 3Bee, startup nata con l’obiettivo di proteggere le api con la tecnologia. Grandi partner d’eccezione, 6.500 euro di montepremi e fino a 50.000 euro di investimento per premiare innovazione e cambiamento.

3Bee

La Call for Impactability è il primo contest aperto a tutti e volto all’individuazione dei migliori progetti in ambito della sostenibilità con l’obiettivo di valorizzare il talento e le migliori idee per un futuro sempre migliore e più sostenibile. In questa seconda edizione i talenti con una forte propensione al cambiamento hanno presentato idee e progetti in grado di generare un impatto positivo tramite il coinvolgimento e le azioni della comunità.

Qui di seguito i tre finalisti premiati in ordine di classifica da 3Bee:

1 classificato – 5.000 euroFinanz con l’obiettivo di rendere lo studio della finanza facile, divertente e completamente gratuito, tramite lo sviluppo di un’applicazione.

2 classificato – 1.000 euro: Co2nvert, startup innovativa che sta sviluppando una tecnologia che produce etanolo da biossido di carbonio catturato in atmosfera con l’obiettivo di ridurre la presenza dell’anidride carbonica.

3 classificato – 500 euroBankadvisor, la prima piattaforma indipendente specializzata in modo verticale nelle recensioni a banche e servizi finanziari.

“Il lancio della seconda edizione della Call for Impactability ha mostrato quelli che sono i valori portanti di 3Bee: premiare il talento e sostenere l’innovazione. Vogliamo influenzare la sostenibilità, diventando l’azienda di riferimento per la protezione ambientale e sociale”, afferma Niccolò Calandri, CEO e Co-Founder di 3Bee. “L’obiettivo della Call for Impactability di 3Bee è stato quello di raccogliere e finanziare idee innovative finalizzate al maggior sviluppo di un’etica sociale e ambientale per le presenti e future generazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *