Intervista alla modella Angelica Preziosi: “Vorrei lavorare ad un nuovo format tv”

Intervista ad Angelica Preziosi, modella e conduttrice. Svolge volontariato presso la scuola della Pace di Sant’Egidio ed è stata premiata tra le eccellenze italiane del 2022, è inoltre portavoce per l’energia sostenibile.

Incomincia sin da piccolissima a lavorare nel mondo dello spettacolo e pubblicità, a soli 6 mesi viene scelta come volto per la pubblicità dell’acqua Sangemini. Nel 1997 a soli 5 anni viene scelta per il Film cortometraggio Evidence di Godfrey Reggio (Locarno film festival).

Successivamente come volto per la copertina del libro di Paolo Landi Volevo dirti che è lei che guarda te edizione Bompiani (la televisione spiegata a un bambino).

Apprezzata dal fotografo Roberto Ferrantini maestro della pellicola viene utilizzata per diversi shooting.

Angelica Preziosi frequenta l’asilo dalle suore, poi elementari e medie a Roma presso la scuola Steineriana, questo la forma alle materie artistiche. Contemporaneamente agli studi, durante il liceo, Angelica Preziosi viene notata da un’importante agenzia di moda di Milano, dove inizia la sua carriera come modella.

Sfila per noti brand internazionali tra cui Fendi, Belstaff, Céline, Prada e Gucci. Tra una passerella e l’altra, durante la settimana della moda, Angelica Preziosi viene scelta per il film di Vanzina con il ruolo di modella e indossatrice, inoltre diventa la Testimonial per la copertina di Madame le Figarò Giappone che le porterà visibilità a livello internazionale.

Lavora per Bulgari con un video promozionale all’Hotel de Russie e prosegue come volto per Enzo Rosso per la Diesel sfilando diversi anni all’interno dello showroom stagioni autunno inverno e primavera estate. Parallelamente è anche volto scelto per i Piumini Ciesse e altre campagne pubblicitarie sportive.

Decide di voler cambiare e partecipa un reality , arrivando in finale con il ruolo di pupa. Di seguito ospite in diverse trasmissioni televisive, e parallelamente studia dizione. Viene scelta come volto dell’evento Gran Galà Oscar dei Porti di Milazzo, condotto da Veronica Maya e Roberto Onofri.

Angelica Preziosi rappresenta la Sirena di Milazzo, premiando più di 40 ospiti scelti .
Testimonial della rivista MIAMEATALY, come volto emergente televisivo, rivista che viene distribuita in Italia e a Miami in tutti gli hotel a 5 stelle.

Raccontaci di te.

Inseparabile dal mio cagnolino Winny, che mi accompagna nelle mie lunghe passeggiate in centro e per i parchi della città, ovviamente anche quando decido all’ultimo minuto di scappare per un pranzo al mare.

Un ricordo di quando eri bambina?

Il ricordo che voglio condividere con voi è di quando andavo al mare da mia Zia Genny in Puglia, in una bellissima masseria, dove la sera giocavo a contare le stelle e di giorno lungo la via di casa che portava al mare, raccoglievo le more. Era un bellissimo momento. Una sera un piccolo grillo verde smeraldo, si posò sulla mia fronte, mio padre fece una foto con la polaroid fissando questo buffo momento.

Quando ha avuto avvio la tua carriera?

Ho iniziato all’età di 6mesi, mi presero per la pubblicità dell’acqua Sangemini, poi a 6 anni è arrivata la pubblicità. Ricordo la copertina di un libro di Paolo Landi edizione Bompiani. Verso i 16 anni ho iniziato a lavorare nella moda, facendo su e giù tra Roma e Milano durante la settimana della moda, oltre a shooting e sfilate.

E il tuo meraviglioso cagnolino Winny, parlaci di lui.

Winny è la mia vita, è incredibile come un cane possa cambiarti la vita in meglio, è dolce, sensibile e molto intelligente. Penso che gli animali siano migliori delle persone, l’amore che provano è incondizionato, e sono veramente li per te, questo non lo darò mai per scontato.

Sei modella, attrice, personaggio pubblico ma tu dove ti vedi tra 10 anni?

Il mio sogno sarebbe quello di diventare una presentatrice televisiva e contemporaneamente una mamma, lavorare senza dover cedere a nessun compromesso. Credo che si possa comunque trovare il proprio spazio.

Hai uno stile ricercato e al tempo stesso minimale seppur femminile, un po’ francese o mi sbaglio?

Ho uno stile molto definito amo tutto ciò che è classico senza tempo, poi sono da sempre attratta dalla moda, non posso dire gli stilisti che preferisco, ma trovo che quello che indossiamo sia una forma di comunicazione. Nella vita, poi, ogni outfit ha un suo luogo. Siamo noi, con la nostra identità, il nostro vissuto, il nostro carattere a dargli forma.

Quando sei a casa cosa ami fare?

Guardare un film, coccolare Winny, dipingere.

Ti ispiri a qualche personaggio famoso?

No, sono le persone e i posti che mi ispirano, trovo affascinante la storia del nostro paese e particolarmente tutto quello che esisteva negli anni ‘50 e ‘60 rivisitato nei nostri tempi.

Il film che più ami?

Ne ho tantissimi, te ne dico solo tre: Il caso Thomas Crawford; Qualcosa è cambiato; C’era una volta in America.

Sei più Carie Bradshaw o Charlotte?

Purtroppo, non conosco sufficientemente i personaggi della storia di Sex and the City per potermi impersonificare con una di loro.

Quello che non avresti mai voluto fare nella vita?

Alcuni errori di scelta, ma siamo il risultato del nostro vissuto.

E quello che ti ha reso più felice?

Winny.

Sei innamorata?

Sì.

Oggi in questa epoca Social quanto la rete è importante per il tuo lavoro e la tua immagine?

I Social sono importanti perché permettono un’esposizione che è gestita da me sul mondo virtuale e che mi permette di avere una visibilità attraverso cui riesco a comunicare il mio stile e per chi è attento anche il mio mood.

I tempi corrono e “tu adesso dove sei”?

Sono in una fase di grandi cambiamenti, i tempi corrono, ho sempre tenuto il passo in questi anni, ora però devo focalizzarmi su me stessa, ascoltarmi e dare il massimo a ogni prova che si presenta. Mi piacerebbe iniziare un nuovo percorso in un nuovo settore.

“Cogli l’attimo” è una frase che ti appartiene?

Dipende, sì, penso sia giusto cogliere l’attimo.

Progetti?

Lavoro, studio, famiglia.

Dove possiamo vederti?

Su Instagram e in futuro spero su di un nuovo format tv.

Cosa farai da grande?

Mi sento già adulta, anche se non si smette mai di imparare dalla vita e dalle esperienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *