3 Bee education, un progetto per proteggere le api con la tecnologia

3Bee, startup leader in Italia nata nel 2017 con l’obiettivo di proteggere le api con la tecnologia, torna in campo per la Giornata Mondiale delle api prevista per il prossimo 20 maggio lanciando 3Bee education, il nuovo progetto di avvicinamento al mondo delle api da parte dei più piccoli, attraverso un semplice click. Inoltre, 3Bee quintuplica il suo impegno e per tutta la settimana dal 16 al 20 maggio promuove una campagna di divulgazione rivolta a tutti, con l’intento di sensibilizzare quante più persone possibili all’importanza della protezione delle nostre amiche api e a temi cari quali “biodiversità”, “insetti”, “animali”,” piante” ed “ecosistemi”.

In un contesto globalizzato in cui l’attenzione alle tematiche ambientali e al coinvolgimento delle nuove generazioni nel rispetto dell’ambiente non è mai abbastanza il progetto 3Bee education intende colmare quel gap informativo che spesso manca in ambito scolastico, fornendo un prezioso aiuto a docenti e personale scolastico attraverso la raccolta e la costruzione di materiali ad hoc ( laboratori, attività, progetti) ad alto coinvolgimento emotivo ed esperienziale adatto alla formazione dei più piccoli.

“Il progetto di 3Bee education – dichiarano Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti, fondatori di 3 Bee – intende contribuire al coinvolgimento e all’interesse dei bambini nei confronti di questa importante e fondamentale specie animale, le api, spingendoli a trasmettere i valori appresi in classe alla famiglia, invitandoli ad adottare uno o più alveari per il bene della collettività, rispettando il nostro pianeta e proteggendo la natura. Desideriamo diventare il riferimento della sostenibilità ambientale e sociale, abbiamo già coinvolto una decina di scuole nel progetto e aspiriamo a coinvolgerne sempre di più, assieme vogliamo trasmettere i valori fondamentali per un futuro sempre più green.

Consapevoli del fatto che è proprio a partire dai più piccoli e dalle nuove generazioni che è possibile auspicare ad un futuro e a un mondo migliore, non dimentichiamoci che il processo di sensibilizzazione alle tematiche ambientali deve coinvolgerci indistintamente tutti, l’emergenza climatica riguarda tutti indistintamente e sta mettendo a repentaglio la salute delle nostre api, una specie a serio rischio estinzione. Non c’è più pertanto tempo per aspettare, bisogna agire subito nell’immediato e concretamente, non ci sono scuse per rimandare ad un utilizzo più responsabile e consapevole della natura che ci circonda, non c’è futuro per le nuove generazioni se continuiamo solo a pensare al presente e a noi stessi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *