Marco Mengoni, per il lancio dell’inedito ‘No Stress la festa è nel mateverso

Da venerdì 6 maggio è disponibile No Stress (Epic Records Italy / Sony Music Italy), il nuovo singolo inedito di Marco Mengoni scritto insieme a Davide Petrella e Zef – che è anche produttore del brano –. Il brano si presenta come contaminazione, liberazione: non serve correre, abbiamo bisogno dei nostri tempi, di prendere fiato. Il brano è un insieme di percorsi, stati d’animo, dettagli e immagini ben definite che la voce di Marco raccoglie e libera in questo brano che ci porta verso la prossima estate.

Le atmosfere di partenza di No Stress sono quelle della Detroit Techno anni ‘90 che si mischiano e si sporcano con gli ascolti e le ricerche musicali di Marco, da sempre attratto dalle sfaccettature e peculiarità delle diverse culture musicali del mondo.

Ph. Cr. Andrea Bianchera

Per festeggiare l’uscita di No Stress è stata creata – per la prima volta in Italia – un’opportunità unica: il countdown all’uscita del brano sarà accompagnato da un evento collettivo unico nel Metaverso. Grazie, infatti, all’experience digitale realizzata con The Nemesis, sarà possibile fin dalle ore 12 del 5 maggio accedere al No Stress Party, che prevede contenuti interattivi, giochi, Trivia Quiz, sorprese e momenti esclusivi. L’accesso è libero per tutti gli utenti, basterà seguire le indicazioni sui canali social dell’artista.

Marco Mengoni si prepara anche ai suoi primi live negli stadi per cui sono stati già venduti oltre 70.000 biglietti. Gli appuntamenti con #MarcoNegliStadi, organizzato e prodotto da Live Nation, sono:

  • 14 giugno al Parco di Villa Manin di Codroipo (UD) per la data zero
  • 19 giugno allo Stadio San Siro di Milano
  • 22 giugno allo Stadio Olimpico di Roma

I biglietti sono disponibili su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e www.vivaticket.com. Per maggiori informazioni visita la pagina: livenation.it/marconeglistadi.

322 pensieri su “Marco Mengoni, per il lancio dell’inedito ‘No Stress la festa è nel mateverso

  1. Ah, Zin, dimenticavo di dire che non mi sono accorta se all’interno dello stadio la connessione era attiva, perché una volta dentro noi non consideriamo più di avere il telefono, resta nello zaino, infatti non facciamo video di nessun genere, non vogliamo perderci neanche un secondo di Marco dal vivo.
    Ancora saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *