‘Kate’, in un libro luci e ombre della futura regina

Quarant’anni da poco compiuti – ha festeggiato il compleanno lo scorso 9 gennaio – e un futuro con un titolo che molte sognano, ovvero quello di Regina. Il soggetto non può che essere la futura Principessa del Galles Kate Middleton alla quale è dedicato uno dei più recenti titoli di DeAgostini. A indagare la figura femminile quasi più reale dei reali e fiore all’occhiello della Casa inglese è la giornalista e royal watcher Eva Grippa in Kate. Luci e ombre della futura regina che parte da un interrogativo: che cosa sappiamo davvero?

Le luci sono cosa nota, fin dall’incontro con colui che ne sarebbe diventato l’illustre consorte. Oggi la Duchessa di Cambridge si destreggia con grazia e maestria tra impegni istituzionali, incontri ufficiali ed eventi benefici immortalati, insieme a momenti di vita famigliare, da iconici scatti social che fanno il giro del mondo. Grippa va oltre e dai primi quattro decenni della Middleton tratteggia un ritratto che più che di eleganza sa di tenacia e testa alta.

Dall’inserimento nella Royal Family più chiacchierata al rapporto con i sudditi e con la stampa; dallo stile nel modo di porsi e di vestirsi all‘impatto economico e sociale di ogni sua scelta (anche solo nell’outfit). La scrittrice fa emergere il lato più umano di Kate, portando alla luce anche le crepe più piccole di una vita all’apparenza perfetta per non dire invidiabile. Perché alla fine è sempre così: non è tutto oro quel che luccica.

L’autrice

Giornalista di Repubblica dal 2004, Eva Grippa nasce a Roma dove si laurea e consegue un dottorato in Giornalismo prima di trasferirsi a Milano, nella redazione di D di Repubblica. Royal watcher per passione, riesce a farne una professione quando nel suo lavoro per Repubblica.it inserisce le cronache reali. Il Regno Unito è nel cuore e nello stile di vita, i suoi due bambini possono dirsi i maggiori esperti della royal family sotto i 10 anni. Ha un profilo Instagram dedicato ai principini, @royalbaby.it e il suo viaggio nelle biografie al femminile dei reali è iniziato con Elisabetta e le altre. Dieci donne per raccontare la vera regina, e con molta probabilità non finirà qui.

Dalla prefazione di Alessia Gazzola

Dall’esterno si potrebbe pensare che la vita di Catherine sia semplice. Una solida famiglia alle spalle, il sostegno e la stima della famiglia acquisita (e che famiglia!), un’abile squadra di professionisti che si occupa della sua immagine pubblica, un consenso quasi ecumenico tra i sudditi e non soltanto, uno stuolo di servitori che la solleva dalle mansioni più ingrate e semplifica il suo moderno ruolo di mamma lavoratrice. Ma se c’è una certezza è che a qualunque livello le difficoltà esistono, le brutte giornate anche, i crolli emotivi pure, le discussioni, le delusioni, i grattacapi fanno parte della vita di ogni essere umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *