#Sanremo2022 Vincono Mahmood & Blanco: “Quando il pubblico ti supporta puoi fare grandi cose”

Giovani, d’avanguardia, trascinanti nei confronti del pubblico più giovane e insieme capaci di conquistare anche gli adulti (non per niente, tra i loro modelli citano Modugno, Paoli, Battisti & Mogol, Celentano, Battiato e Conte). Mahmood & Blanco si portano a casa il Festival di Sanremo 2022 con Brividi, brano da record sulle piattaforme digitali che si è laureato il più ascoltato di sempre in una sola giornata su Spotify Italia (3.384.192 stream in 24 ore dall’uscita). Volata subito alla posizione #5 nella classifica global della piattaforma – è il più alto debutto di sempre per una canzone italiana -, la canzone rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2022 in scena a Torino.

A confermare la partecipazione, accettandone l’invito, sono gli stessi artisti a pochi minuti dalla proclamazione sul palco del Teatro Ariston. “Il nostro desiderio più grande è portare la musica italiana all’estero quindi capiremo se cambiare o meno la lingua della canzone”, commenta Mahmmod. Mentre Blanco chiosa: “Ma la portiamo in italiano!“. Parole che arrivano dopo il racconto delle emozioni in questo festival dai grandi numeri.

Ph. Cr.: Bogdan Chilldays Plakov

È stato un Sanremo pieno di alti e bassi a livello umorale e come energia. – racconta Alessandro – Siamo sotto shock anche per i risultati record del pezzo. Per il resto, sono molto felice, quest’esperienza mi sta insegnando un sacco di cose anche su come stare sul palco e ad essere un pelo più imprevedibile del solito. Quello che speriamo è solo di non deludere tutte le persone che ci seguono e ci danno tanto amore. Da due-tre anni non sentivo la gente che voleva stare insieme, cantare e mostrarci il suo affetto“.

E a proposito di entusiasmo dei fan, Blanco racconta: “Volevo riposare prima dell’esibizione finale ma ho sentito tutti i fan sotto l’hotel e ho voluto godermi questo momento incredibile. Da Ale ho imparato tante piccole cose, tante piccolezze che alla fine fanno le cose grandi. Con lui ho avuto molta più tranquillità che se fossi venuto da solo e poi ho baciato Amadeus!“.

Da Richi ho imparato a uscire sempre più degli schemi – replica Mahmood – lui vive tutto in maniera più libera di me anche per i suoi 18 anni, io forse penso troppo. Quello che avete visto sul palco, abbracci compresi, è stato sempre tutto abbastanza naturale, spontaneo, anche perché se studiamo troppo cosa fare poi si vede che è costruito. E il mio stato d’animo di questa settimana è partito dal fatto di non pensare alla mia vecchia vittoria, affrontando questo Sanremo in maniera totalmente nuova“, chiosa Alessandro.

Quando non sei da solo, l’energia è diversa e approcci tutto come fosse qualcosa di nuovo; quindi è stato davvero bello. Tutto questo mi ha reso più felice e con più voglia di fare.

MAHMOOD

Ora si guarda a Torino e a possibili nuove collaborazioni. “Non sappiamo cosa dobbiamo fare tra un’ora ma vedremo…. al momento stiamo bene così“, dichiara Mahmood. Mentre Blanco conclude con una nota di ironia e spontaneità come i conviene alla sua età: “Ho vissuto bene questa settimana a ritmo molto veloce, molto adrenalinica ecco. Non hai più di venti minuti per il bagno” (diciamo che le parole non sono state esattamente queste…)

Siamo venuti qui per fare musica e siamo felici dell’amore che ci ha dato la gene, una cosa incredibile. Sul fatto che si conteggi lo stream per le votazioni sinceramente non compete noi. Quando il pubblico italiano supporta cosi tanto si possono fare grandi cose. Viva l’Italia!

BLANCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *