Amadeus a Radio2: “Le canzoni del festival? Le ascolto in auto, è un buon banco di prova”

[CS] “Come cambiano il presidente della Repubblica cambieranno anche il conduttore di Sanremo. Tre mandati comunque li ho portati a casa, non vedo l’ora di iniziare questo terzo Festival. Dopo vedremo, l’importante è chiudere nel modo migliore”. Lo ha detto Amadeus, direttore artistico del Festival, in diretta su Rai Radio2, la radio ufficiale di Sanremo 2022, ospite a ‘Non è un paese per giovani’ di Tommaso Labate e Massimo Cervelli.

Foto di Assunta Servello per Ufficio Stampa Rai

Amadeus, in collegamento su Radio2 dalla Città dei fiori, ha poi continuato: “Ora è un vero ritiro tra albergo e teatro a causa della pandemia ma nel primo anno della mia conduzione ci si poteva anche godere delle bellezze di Sanremo. Qui si lavora da settembre, quest’anno sono arrivate circa 300 canzoni candidate. La prima scrematura è stata fatta tra ottobre e novembre, ma le ultime due settimane di novembre sono fondamentali. Arrivi a un punto che ne scegli 50, poi arrivi a 30 e poi non riesci più a toglierne nessuno. Ma 30 erano troppe e quindi ne ho scelte 22, oltre alle tre dei ragazzi”.

Amadeus ammette di fare attenzione durante l’ascolto dei brani ancora inediti: “Ascolto la musica in auto, è un buon banco di prova. Se mi piace il pezzo mi concentro, se mi distraggo vuol dire che mi è piaciuto meno. In macchina sento la musica ad alto volume e a volte mi capita, quando abbasso il finestrino, di chiuderlo in fretta, quando mi accorgo che magari c’è qualche altro automobilista nei pressi”.

Infine, Inter prima in classifica a caccia della seconda stella: a calcare il palco ci sarà un solo interista o anche altri? “Non lo so, non credo perché c’è il derby e non vorrei distrarre la squadra prima di questa partita. Anche nel 2020, dopo la finale di Sanremo, c’era il derby”, è la chiusa del conduttore su Radio2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *