Silent Bob, fuori il nuovo album ‘Piove ancora’: “La tempesta dentro di me”

Dopo il successo di Piano B, da venerdì 5 novembre è disponibile in fisico e digitale Piove ancora (Bullz Records, licenza esclusiva Believe Artist Services), il nuovo album di Silent Bob prodotto interamente da Sick Budd. La rabbia che contraddistingue la scrittura di Silent Bob è la stessa di due anni fa, l’insoddisfazione maggiore e il processo di riflessione indotto dallo stato di isolamento anche a causa dei vari lockdown gli hanno consentito di scavare più a fondo nel suo essere artista portando a galla un’ “anima black” ancora più intensa.

“All’inizio non sapevo da dove partire per scrivere questo disco – dichiara Silent Bob – Continuavo a scrivere pezzi e registrare provini ma niente andava come doveva e come volevo. Era iniziato da poco il primo lockdown e mi trovavo con una casa affollata e senza privacy e tante insoddisfazioni. Una strana sensazione di fallimento mi perseguita da sempre ma pensavo si sarebbe affievolita dopo il successo del mio primo disco.

Dopo settimane senza ascoltare musica o guardarmi allo specchio, all’improvviso una notte mi sono sentito come trainato da una forza esterna che mi ha finalmente spinto a scrivere tutto quello che volevo, come volevo, senza più pensare a chi c’era fuori e a cosa volesse da me. Quella notte nacque Piove ancora, il brano che ha dato poi il via all’intero nuovo album. Da lì in poi sono riuscito ad approcciarmi ad ogni mood ed a ogni nuovo brano come volevo davvero.

Era passato già molto dall’uscita del primo disco e tutto quel periodo di fermo di tristezza e di solitudine mi ha aveva inevitabilmente fatto crescere. Ero diverso dagli anni prima, lo sentivo. Non mi serviva più l’aiuto o la compagnia di altre persone, avevo tutto dentro quello che volevo esprimere. Ho scavato per mesi dentro di me senza trovare nulla ma quando stavo per mollare e crollare definitivamente, ecco una luce.  Piove ancora è stato scritto da un ragazzo che scava senza sosta per trovare il peggio di sé stesso, una sorta di autolesionismo.Quando lo trova, come fosse un tesoro oscuro, lo fa suo e lo trasforma in parole.

Piove ancora è la lucida trascrizione della tempesta che avevo dentro di me e che spesso si ripresenta. Ogni brano che ho scritto è servito come a ripulire il disastro che era rimasto, a buttare fuori i vetri rotti e i cocci che si erano accumulati. Quello che vedono i tuoi occhi può sembrare più bello e più sereno ma se all’interno c’è ancora maltempo, nulla ti può soddisfare. Ora che ho sputato fuori tutto e tutto è tornato pulito e limpido, all’interno non sono comunque tranquillo perché so che come sempre pioverà ancora.”

Il disco s’impreziosisce inoltre di collaborazioni con alcuni degli artisti più significativi della scena urban: da Emis Killa nel brano Potevamo, a Speranza in 9×19 non manca il feat con Drast (Psicologi) in Baci di Giuda, tutte collaborazioni sono dettate da reciproca stima artistica e personale.

“In una relazione – dichiara Silent Bob in merito al nuovo singolo, Vedova Nera c’è sempre chi ha bisogno di amare e chi di essere amato. Il primo di solito da tutto ciò che ha dentro in cambio di gesti che col tempo diventano sempre più rari e piccoli, il secondo appunto dà il minimo e vive il tutto in maniera più lucida e forse anche distaccata. Io tra le due parti sono stato la prima e tutto ciò che ho ottenuto sono cicatrici che mi porto dietro tutt’ora in ogni tipo di relazione con le persone.

Lei una vedova nera io? la preda perfetta.. Ha saputo costruire la ragnatela, intrappolarmi e in fine avvelenarmi…tutto questo mi ha cambiato e scriverlo sotto forma di testi mi aiuta a farmene una ragione e a voltare pagina. I morsi che ho ricevuto sono profondi,dimenticarlo è impossibile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *