Angelica Preziosi, bellissima e raggiante

Angelica Preziosi, scelta per la copertina della rivista MIAMEATALY, ha conquistato con la sua dolcezza e eleganza affiancando Veronica Maya e Roberto Onofri, il Gran Galà dei porti di Milazzo. Un successo indiscusso. Alta 1.78, bionda, con uno sguardo che ha catturato l’attenzione di tutti. Ecco l’intervista che ci ha rilasciato Angelica.

La tua carriera inizia come modella per famose case di moda, poi arriva il titolo di Miss Rocchetta bellezza. Come hai vissuto questo avvenimento?

Bene, normalmente, l’esperienza di per sé è stata bella, c’è molta concorrenza e tanto accanimento, e questo porta a doversi fortificare, tendenzialmente sono una persona molto spontanea e non mi piace criticare gli altri, sono sempre stata con i piedi per terra, ho vissuto il tutto come un percorso formativo. Nel mondo della moda lavoravo già fin da piccolissima, la campagna pubblicitaria più importante è stata la copertina per Le Figarò, quotiduano francese, dove veniva indossata la nuova collezione di Gucci e il formato era uscito per (Italia Giappone Francia). Con cartelloni e grandi manifesti per le vie più esclusive delle metropoli annesse.

Sei impegnata nel sociale contro il bullismo. Cosa puoi dire a quelle ragazze e ragazzi che lo subiscono?

Credo sempre che gli stessi bulli siano delle vittime e vadano aiutati, perché hanno un dolore che portano dentro (famigliare, sociale, caratteriale incomprensioni accettazioni etc. ) e manifestano con la rabbia e il rancore il proprio disagio, detto questo i ragazzi che subiscono invece vanno sicuramente anch’essi aiutati, la famiglia e la scuola devono sicuramente intervenire e supportare il ragazzo/a e far presente il problema, gli atteggiamenti violenti si possono risolvere e la causa curare con il giusto intervento da parte di un sostegno, credo che la formula sia il dialogo e creare una comunità, per esempio Sant’Egidio è stata bravissima nel creare queste strutture, la scuola della Pace ne è un esempio valido.

Angelica Preziosi

Come hai vissuto l’avventura nel format La Pupa e il Secchione?

Ero molto incerta nel partecipare, perché si tratta di indossare una maschera e avere un’ etichetta che non mi appartiene, credo nello studio nel formarsi nel crescere e nell’eleganza, qualità che in questi veli non emergono, al contrario si tende a tirar fuori delle caricature, però tutto sommato guardando questo percorso indietro è emerso un aspetto importante, la dolcezza e l’umanità due aspetti insoliti in tv . È stato un punto di vista e credo che tutto faccia esperienza e possa essere un punto di crescita. In più è molto piaciuta la mia figura proprio per questi aspetti al pubblico femminile, mamme e le famiglie.

Nei tuoi momenti di relax che cosa ti piace fare?

Mi piace dedicarmi al mio cagnolino, Winny. Andiamo al parco a giocare e lo porto anche per il centro di Roma, scoprire nuove chiese e luoghi d’arte. Prendermi un caffè e contemplare le meraviglie che offre Roma e in generale l’Italia. Poi sempre nel tempo libero vado a fare compere e shopping da sola, così ho tutto il tempo per scegliere senza fretta.

E come ultima cosa non per importanza, esprimo la creatività con la pittura molto importante per me, ho finito delle tele da poco e ne creerò delle nuove,mi rilassa molto e a seconda dello stato d’animo esce sempre qualcosa di nuovo e prende forma un sentimento, il tutto accompagnato dalla musica, fondamentale per immergersi nei pensieri.

Sogno nel cassetto?

Lavorare come presentatrice, entrare nel cuore degli italiani; parallelamente avere dei figli e creare la vita privata in armonia e felicità, credo si possano fare entrambe le cose.

Che cosa ti auguri per il tuo futuro?

Studiare, formarmi sempre di più e lavorare su me stessa è questa la mia parola d’ordine.

Si ringrazia:

Fotografa: Chiara Gasbarri
Make up: Rebecca Pioli
Management: Icemanproduction
Location: Oro Bistrot by Natale Giunta
Hotel: NH Collection

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *