FeST – Il Festival delle Serie Tv: le novità dell’edizione 2021

Annunciata l’edizione 2021 di FeST – Il Festival delle Serie Tv, primo festival italiano interamente dedicato alla serialità in programma il 24-25-26 settembre, in collaborazione con Triennale Milano, anche location dell’evento (gratuito).  Tra le novità di questa edizione, la nascita dei Serial Awards, i premi completamente dedicati alle serie tv italiane, che verranno assegnati domenica 26 settembre, durante la serata conclusiva della manifestazione.

Quest’anno FeST si svolgerà su quattro palchi paralleli:

  • Il Main stage: ospitato all’interno di Triennale Milano Teatro, darà spazio ad anteprime, interviste e panel di intrattenimento per un confronto con i grandi protagonisti della serialità.
  • L’Industry stage: all’interno della sala Agorà, sarà il luogo dove broadcaster, case di distribuzione, personalità legate a regia e sceneggiatura e tutta la filiera produttiva dialogheranno sullo stato dell’arte della serialità in Italia.
  • L’Unstage: il palco fuori dagli schemi ospitato il sabato nel giardino di Triennale, sarà quest’anno supportato da NeN. In continuità con ciò che è avvenuto in passato lo stage si occuperà di dare voce alle nicchie cult con giochi e interazioni inaspettate tra serie tv e realtà.
  • Il Kids stage: la domenica in giardino sarà dedicata ai più piccoli. Un palco dedicato ai contenuti seriali per bambini e ragazzi con proiezioni e incontri con gli idoli dei più piccoli.

Crafting Worlds è il tema di FeST 2021

“Con lo slogan Crafting Worlds vogliamo porre l’accento sulla costruzione artigianale di mondi narrativi capaci di rappresentare – direttamente o indirettamente, attraverso la fantasia o plasmando la realtà – il mondo in cui abitiamo ogni giorno. Mai come in questo momento, alle prese con una pandemia che ha scosso forse per sempre l’immaginario collettivo, Crafting Worlds significa anche costruire mondi migliori. Le nostre case, i nostri quartieri, le nostre città o nazioni, i nostri spazi digitali e il nostro pianeta chiedono a gran voce di essere reinterpretati, rivalutati, rivisitati per un domani basato su rispetto, parità e uguaglianza.

Crafting Worlds significa ricominciare dall’immaginazione e dall’ascolto attivo dei desideri e dalle necessità della collettività, con enfasi sulla pluralità e l’inclusione che costituiscono da sempre il DNA di FeST-il Festival delle Serie Tv. Le serie riflettono e rifletteranno questa importante fase di transizione, nella quale ci è consegnata l’occasione d’oro di ripensare il futuro a partire dal presente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *