‘Alfredino – Una storia italiana’, le parole di Anna Foglietta, Luca Angeletti e Vinicio Marchioni

Dopo il primo appuntamento di lunedì 21 giugno, vanno in onda il 28 giugno in prima tv su Sky Cinema e in streaming su NOW gli ultimi due episodi di Alfredino – Una storia italiana, produzione Sky Original dedicata ai fatti di Vermicino. La storia è tristemente nota anche a chi in quel giugno 1981 aveva pochi anni o magari non era ancora nato ma oltre a raccontare le ore drammatiche dei soccorsi (rivelatisi vani), la serie mette in luce l’impegno dei coniugi Rampi nei mesi successivi la tragedia. Dalla loro esperienza, infatti, e dalla preziosa collaborazione dell’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini che nacque il primo nucleo della Protezione Civile come la conosciamo oggi.

A interpretare la signora Franca Rampi è Anna Foglietta. “Sono emozionata nel restituire tutto il lavoro fatto, con rispetto e cura – ha dichiarato in conferenza stampa l’attrice – Penso che abbiamo trattato questo film più che se fosse un figlio, perché è figlio di tutti. Sapevamo che questa storia era importante per gli italiani che hanno sofferto e per Franca, che non ho voluto conoscere ma che credo mi abbia tenuta per mano in questa esperienza. È stata sempre umana con tutte le persone che cercavamo di aiutare il figlio e per esserlo ci vogliono anima, cultura e preparazione. Franco è un essere extra ordinario“.

Avevo qualche timore ad accettare la proposta ma penso che il risultato raggiunto sia molto bello fatto, ripeto, di dignità e cura.
Anna Foglietta

E ancora, su mamma Franca: “Ha avuto un senso di pudore e di riservatezza tale che dopo la tragedia voleva parlare del centro che era nato ma a tutti interessava solo chiederle del figlio. Per questo, anche come forma di rispetto, non ho voluto incontrarla. In fondo per catturare l’essenza delle persona non serve vederle ma serve capirne l’anima e il mestiere dell’attore è fatto soprattutto di personaggi inventati. Non so se ho fatto bene ma in  questi mesi io ho dato tutta me stessa”.

Nel ruolo del papà di Alfredino c’è, invece, Luca Angeletti. “È stato un viaggio molto faticoso con aAnna e tutto il cast. -ha raccontato – Abbiamo cercato di girare il più possibile in sequenza per cogliere i picchi e i baratri del fluire emotivo. Ferdinando Ranpi l’ho scoperto a mano a mano che le cose accadevano; in fondo, arrivi sempre impreparato in un certo senso. Ha reagito sempre con cuore, istinto, etica e senso di responsabilità e la cosa strana è che non c’è spazio per il dolore in quei momenti. Il genitore lotta con unghie e denti e questo è stato difficile da rendere conoscendo la storia. Ti distrugge.

Nel cast corale figurano, tra gli altri, Francesco Acquaroli (il comandante dei Vigili del fuoco Elveno Pastorelli), Beniamino Marcone (nei panni di Marco Faggioli, uno dei pompieri accorsi sul luogo della tragedia), Giacomo Ferrara (è Maurizio Monteleone, il secondo degli speleologi che provarono a recuperare il piccolo), Valentina Romani (interpreta la geologa Laura Bortolani), Daniele La Leggia (è Tullio Bernabei, caposquadra del gruppo di speleologi e primo a calarsi nel pozzo). E ancora: Riccardo De Filippis (nei panni di Angelo Licheri, “l’Angelo di Vermicino”, ultimo a calarsi nel pozzo e a provare a salvare Alfredo), Massimo Dapporto (è il Presidente della Repubblica Sandro Pertini) mentre Alfredino è interpretato da Kim Cherubini.

Tra i ruoli emotivamente più coinvolgenti c’è quello di Nando Broglio, il vigile del fuoco che provò a tenere compagnia e a motivare Alfredo durante quelle terribili ore. A interpretarlo Vinicio Marchioni: “È uno di quei ruoli in cui l’emotività deve essere messa da parte in momenti in cui ci siamo tutti affacciati a quel pozzo – racconta l’attore – La sensazione è stata quella di essere un megafono che desse voce ai milioni di italiani che in quei giorni si sono fermati, ed è stata una grande responsabilità, Da parte mia, ho cercato di riportare l’umanità di Nando che già prima di questa vicenda aveva già compiuto altre operazioni ma che era prima di tutto un padre“.

La regia è di Marco Pontecorvo (Nero a metà, Ragion di Stato, L’oro di Scampia) e la sceneggiatura di Barbara Petronio – anche produttore creativo – e Francesco Balletta. Alfredino – Una storia italiana è una serie Sky Original prodotta da Marco Belardi per Lotus Production, una società Leone Film Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *