Luce Social Club, 11 giugno 2021: tra gli ospiti Ghemon, Donato Carrisi e Alex Infascelli

Va in onda venerdì 04 giugno alle ore 20.00 su Sky Arte (canali 120 e 400), on demand e su NOW, disponibile anche in streaming gratis per tutti, la nuova puntata di Luce Social Club, il programma di approfondimento culturale condotto da Gianni Canova e Martina Riva, prodotto da ERMA PICTURES in collaborazione con la direzione comunicazione di Istituto Luce Cinecittà, Sky Arte, ATCL e Spazio Rossellini, con la regia di Max De Carolis.

Una serata dedicata ai ‘Finali’: che siano storie con finali a sorpresa o senza fine, come sempre se ne parlerà con gli ospiti in studio intervistati da Gianni Canova e Martina Riva. Ecco gli ospiti:

  • lo scrittore, sceneggiatore e regista Donato Carrisi. In attesa di leggere il suo prossimo libro, ultimato da qualche settimana, Carrisi si racconta attraverso l’esperienza cinematografica de L’uomo del labirinto, tratto dal suo omonimo libro e che vede nel cast fra gli altri Dustin Hoffman e Toni Servillo
  • la scrittrice e saggista Hilary Tiscione, autrice del saggio narrativo Se Rose gli facesse spazio, Jack si salverebbe? Finali alternativi di grandi film in cui unisce la passione per il cinema alla scrittura creativa, ipotizzando finali alternativi per alcuni classici cinematografici. A Luce Social Club presenta il suo primo romanzo Liquefatti in uscita il 15 giugno
  • Ghemon con il suo ultimo album “E vissero tutti feriti e contenti”. Nel disco anche il brano “Momento perfetto” presentato quest’anno in gara al Festival di Sanremo. Tra gli autori più raffinati, talentuosi e apprezzati dell’hip hop italiano, negli anni ha saputo rinnovare il suo personalissimo stile in cui il rap è mescolato al soul, al funk e alla musica italiana, rappresentando un caso quasi unico all’interno dello scenario in Italia
  • il regista e sceneggiatore Alex Infascelli, vincitore del Nastro d’Argento 2021 per il cinema del reale e del David di Donatello per il Miglior Documentario con il suo Mi chiamo Francesco Totti, in cui ha tracciato un inedito e intimo ritratto dell’uomo dietro il campione. In studio Infascelli racconta il suo rapporto centrale con la musica, i suoi lavori d’esordio e il successo del thriller “Almost Blue” che lo ha consacrato nel 2000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *