Annalisa e Federico Rossi duettano nel singolo ‘Movimento Lento’ TESTO

[CS] È Movimento Lento il nuovo singolo di Annalisa, contenuto in Nuda10, l’album certificato ORO con 49 milioni di stream, uscito dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con l’aggiunta di 6 nuovi brani tra inediti e rivisitazioni, ed entrato direttamente ai vertici della classifica ufficiale FIMI/Gfk (alla seconda posizione).

Il singolo, è stato scritto dalla stessa Annalisa insieme a Jacopo Ettorre con la produzione di Studio Itaca (Merk& Kremont) e sarà disponibile anche in un’inedita versione che vede la straordinaria collaborazione di Federico Rossi, il quale ha recentemente esordito con il suo primo singolo da solista Pesche, già nella top 50 di Spotify.

Ph. Cr.: Slavica Veselinovic

Movimento Lento è un pezzo divertente, che porta a ballare e a far muovere la testa. – dice Annalisa – È un brano in cui sono presenti moltissime immagini cinematografiche, fotografie che nell’immaginario diventano dei veri e propri quadri. Inoltre, la collaborazione con Merk and Kremont e la sintonia immediata che si è creata, davvero naturale, ha fatto sì che la storia raccontata nel singolo fosse perfettamente congruente con il suo suono.”

Così Federico Rossi parla della collaborazione con Annalisa: “Conosco Annalisa da tempo, c’è un grande rispetto tra noi. Dopo 5 anni dalla collaborazione in Tutto per una ragione, ho voluto partecipare al suo progetto per condividere un nuovo tassello del nostro percorso insieme. Entrambi cambiati e con un’attitudine diversa, ma con la stessa voglia di fare musica che possa emozionare. Movimento Lento per me è l’ultimo ballo prima che la notte finisca, l’ultima canzone della serata che rappresenta allo stesso tempo un nuovo inizio, vissuto con la spensieratezza di chi guarda avanti e con la consapevolezza di essersi divertiti. Poi si vedrà.”

Annalisa Movimento Lento feat. Federico Rossi TESTO

La notte taglia a metà
L’anima della città
Tu che ne hai piene le palpebre
Di parolacce romantiche

Suona una radio che fa, ah
Na-na-na, na-na-na, na, ah
Lo scrivo sopra la polvere
Succederà, fermati qua

Vista dalla finestra, ehi tu
La luna sembra un’altra abat-jour
Là fuori è benzina, la luce cammina, è mattina
Sì, però

Ancora un movimento lento
Poi chiami un taxi
Da queste parti facciamo presto
A fare tardi

Ancora un movimento lento
Estate in una goccia sola
Tra la pioggia che ci sfiora
Il cielo rosso, coca-cola

fino a domani
(oh, oh, oh, oh, oh) fino a domani
(Eh, eh, eh, eh, eh) fino a domani
(oh, oh, oh, oh, oh)

Vestito corto, calle maravilla
Poche parole, parli la mia lingua
E il caldo torrido su-sulla schiena
E all’alba i postumi di ieri sera

Vicoli di Andalusia
Pensieri senza poesia
Lasciati sopra le macchine
Dove si va? Sempre qua

Vista dalla finestra, ehi tu
La luna sembra un’altra abat-jour
Là fuori è benzina, la luce cammina, è mattina
Sì, però

Ancora un movimento lento
Poi chiami un taxi
Da queste parti facciamo presto
A fare tardi

Ancora un movimento lento
Estate in una goccia sola
Tra la pioggia che ci sfiora
Il cielo rosso, coca-cola

fino a domani
(oh, oh, oh, oh, oh) fino a domani
(Eh, eh, eh, eh, eh) fino a domani
(oh, oh, oh, oh, oh)

E sei nella mia mente
Come un serpente che si attorciglia
Gente tra la gente
Attimo fuggente, battito di ciglia

Una scena di Almodovar
Sì, magari ti chiamo, magari
Pelle sulla pelle, un sorso di vele
Ma che se va
(Che se ne va)

Ancora un movimento lento
Poi chiami un taxi
Da queste parti facciamo presto
A fare tardi

Ancora un movimento lento
Estate in una goccia sola
Tra la pioggia che ci sfiora
Il cielo rosso, coca-cola

fino a domani
(oh, oh, oh, oh, oh) fino a domani
(Eh, eh, eh, eh, eh) fino a domani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *