‘Unlockdown’, Alessandro Notari è Sam: l’intervista

Quattordicenne di Reggio Emilia, Alessandro Notari interpreta Sam in Unlockdown, serie originale di KidsMe in onda ogni venerdì, dal 16 aprile, alle 19.05 su DeAKids (Sky, 601) e disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW. Ecco che cosa ci ha raccontato il giovane attore di questa esperienza sul set.

In che cosa somigli al tuo personaggio e in che cosa Sam è diverso da te?
Diciamo che siamo partiti dallo stereotipo per cui i biondi sono tipi maldestri e goffi. E io lo sono nella vita reale così come lo è anche Sam. C’erano volte in cui mi facevo ridere da solo quando mi trovavo a interpretare certe scene!

Come hai vissuto in generale questo anno?
Non ho passato malissimo il primo lockdown, perché comunque ho potuto stare molto fuori all’aria aperta e svagarmi. Abito in un paese molto piccolo ed eravamo tutti a casa da scuola e dal lavoro, quindi potevo anche giocare un po’ con le mie cugine più piccole. Però, tornare a scuola iniziando la prima superiore e subito dopo stopparci è stato un po’ traumatizzante perché imparare tante cose nuove da casa non è il meglio. Diciamo che non è stato facile.

Che rapporto si è creato fra voi ragazzi e gli adulti della serie, a partire dal regista Gianluca Leuzzi a Federica Lucaferri?
Il regista Gianluca era sempre lì per noi, sempre attento e gentile per qualsiasi cosa avessimo bisogno e anche solo per rassicurarci. Federica, poi, l’amiamo davvero tutti: si è aperta come non pensavamo facesse, visto che è più grande e ha anche più esperienze professionali rispetto a noi. E poi abbiamo conosciuto Fabio Volo, una persona stupenda! Ci ha fatto ridere tantissimo, è geniale.

C’è un momento particolarmente divertente che non dimenticherai mai?
Ricordo col sorriso tante pause, i momenti in cui non eravamo in scena andavamo dalle make-up artists e ci divertivamo a scambiarci i ruoli. È stato super divertente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *