Serena Altavilla nella ‘Morsa’: “Questi brani sono una parte di me”

Esce venerdì 9 aprile il primo progetto discografico full lenght solista di Serena Altavilla: si intitola Morsa (Blackcandy Produzioni con distribuzione Believe/Warner Chappell) e viene reso disponibile sia in formato fisico sia in digitale. Un album che parte dalla fragilità per raccontare una rinascita, personale e musicale. “Sono felice, è stato un lavoro lungo“, racconta l’artista in conferenza stampa senza nascondere una certa timida ritrosia.

E a proposito del titolo, spiega: “A un certo punto, verso la fine delle registrazioni, ho osservato i pezzi e questa parola mi si è palesata. Un po’ perché mi piacciono le parole con più significati e sfaccettature, che siano polivalenti, e poi perché rappresentava bene tutto. Ha un suono morbido ma aggressivo, è uno stato d’animo: io stessa sentivo quella stretta, quasi fosse uno strumento da falegnameria.

Ph. Cr.: Silvia Bavetta

I brani risalgono circa a due anni fa e sono il frutto di un periodo di lavoro precedente alla fine del quale ho raccolto tutte le idee. – continua Serena Altavilla ripercorrendo la gestazione di Morsa – Mi hanno aiutato a conoscermi di più e oggi li vedo diversamente rispetto a quando li ho scritti perché sono una parte di me con cui sono ormai entrata in armonia. Sono maturati e ora sono pronta ad assumermene la responsabilità perché non mi ossessionano più. Ora, anzi, ho la testa libera per iniziare altro“.

Una presa di coscienza, dunque, che apre nuovi orizzonti da affrontare in solitaria. “Mi sono ritrovata da sola ad avere proprio voglia di potermi sbizzarrire anche senza una band fissa ma con tanti musicisti incredibili. Volevo slegarmi da alcune abitudini e volevo anche un po’ sentirmi in difficoltà, provando sensazioni diverse e nuove“.

Da qui anche i tanti nomi che hanno suonato nell’album: “Suonando dal 2005 ho conosciuto tanti artisti e negli anni sono rimasta in contatto con loro, sognando di includerne qualcuno in un mio progetto. Dopo anni finalmente è arrivato quel giorno. Altri musicisti, invece, mi sono stati proposti e sono state le persone giuste nel momento giusto per comunicare una fratellanza nella musica

Ci saranno date live, in una situazione ovviamente diversa rispetto a come eravamo abituati. Stiamo ai concerti quasi cinematograficamente. In un modo o nell’altro bisogna ricominciare.

Serena Altavilla

La produzione artistica dell’album è stata curata da Marco Giudici. Oltre allo stesso Giudici, i musicisti che hanno partecipato all’arrangiamento e all’esecuzione dei brani sono Adele Altro (Any Other), Francesca Baccolini (Hobocombo), Alessandro Cau (Geoff Barrow, Miles Cooper Seaton), Luca Cavina (Calibro 35, Zeus!), Enrico Gabrielli (Calibro 35, PJ Harvey, Mariposa), Matteo Lenzi (Filarmonica Municipale LaCrisi), Jacopo Lietti (Fine Before You Came), Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35, I Hate My Village) e Valeria Sturba (OoopopoiooO).

Di seguito la tracklist di Morsa:

  1. Nenia
  2. Distrarsi
  3. Rasente
  4. Epidermide
  5. Un bacio sotto il ginocchio
  6. Tentativo per l’anima
  7. Sotto le ossa
  8. Forca
  9. La trascrizione dei sogni
  10. Quaggiù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *