Piero Pelù ‘Spacca l’infinito’ nel suo nuovo libro

Ho intervistato Piero Pelù esattamente il 21 febbraio 2021, alla vigilia del suo ultimo album e ignara del fatto che quella sarebbe stata l’ultima intervista in presenza prima che l’emergenza pandemica ci fermasse nelle case. Ora, dal 16 febbraio scorso, il rocker toscano è in libreria con Spacca l’infinito (Giunti Editore) nelle cui pagine la musica incontra la vita in un percorso che sa tanto di famiglia.

Pelù scende dal palco e, a riflettori spenti, torna indietro nel tempo a quando era ragazzino e, proprio attraverso il suo sguardo e quello dei suoi cari, il lettore rivede la grande storia italiana tanto quanto i sogni di quel bambino. E sono tanti i volti che popolano queste pagine, testimoni di momenti che fanno parte della memoria dell’artista sempre a suon di musica.

Perché le note rock non sono mai mancate nel percorso di Piero Pelù, coltivate e cullate giorno dopo giorno insieme all’invito a non perdere lo stupore e la fiducia in un universo dove tutto, a saperlo ascoltare, canta insieme a noi.

L’autore

Cantautore, frontman e co-fondatore dei Litfiba, ha pubblicato 20 album di studio e 7 album live vendendo oltre 7 milioni di copie. Grande performer live on stage, Pelù si è esibito in tutto il mondo anche in collaborazione con artisti come Teresa De Sio, Gianna Nannini, Pavarotti, Mina, Ligabue, Jovanotti, Anggun, la PFM, Bennato, gli Afterhours, Andrea Appino (Zen Circus) e Greta Thunberg. Ha studiato Scienze politiche, musica, teatro, mimo e cinema

Piero Pelù, Spacca l’infinito, Milano, Garzanti, 2021 (Collana Scrittori Giunti; pagine 276, prezzo € 18)

Foto in evidenza di Riccardo Bagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *