Måneskin, ‘Teatro d’ira – Vol.1’: “Un disco senza vincoli”

Venerdì 16 marzo, a due settimane dalla vittoria a Sanremo 2021, i Måneskin hanno pubblicato il nuovo album Teatro d’ira – Vol.1 che contiene sia il brano vincitore del festival Zitti e buoni (in gara all’Eurovision) sia il precedente singolo Vent’anni. “Abbiamo deciso di chiamare così questo disco per creare un contrasto fra teatro e la collocazione dell’ira – esordisce Damiano per far capire come la nostra rabbia, il nostro impeto e l’ira siano da collocare in un contesto in cui si possa trasformare in positivo. Non è un’ira negativa ma catartica, che porta a cambiare le cose; ed è quello che nel nostro piccolo abbiamo cercato di fare.

Questo è un disco senza vincoli in cui non abbiamo voluto abbandonare l’inglese, come nel brano I Want To Be Your Slave – continua il frontaman – Questa traccia ha un testo particolarmente colorito ma vorrei che si andasse oltre la potenza delle immagini o la loro volgarità perché descrive con crudezza le sfaccettare della sessualità delle persone e come influiscono sulla vita.” A fare quasi da contraltare, ecco l’intima e struggente Coraline: “È una favola senza lieto fine, come spesso accade nella vita reale. Descrivo una situazione reale metaforizzata e messa in musica. Non è la storia di un cavaliere che salva, è la storia dell’appassimento di una ragazza, di questo fiore stupendo, di cui il cavaliere è solo uno spettatore inerme.

Ad approfondire la genesi e le ragioni del disco interviene quindi Victoria: “L’album arriva dopo una maturazione e tantissimi concerti, sia in Italia sia all’estero, in particolare a Londra che ci ha influenzato un sacco. Quella è la nostra forma più naturale. Abbiamo sperimentato tanto prima di trovare esattamente il nostro sound, individuale e di gruppo. Volevamo riportare esattamente la crudezza analogica e abbiamo alternato italiano e inglese, così pensiamo di aver dato anche una varietà che mantiene la sua natura scarna, in cui si sentono bene gli strumenti. Abbiamo espresso varie sfaccettature di quello che sentivamo e della nostra musica.

Teatro d’ira – Vol.1 ha preso forma nel viterbese, al Mulino di Acquapende. “Da qui, da questo Mulino, è nato tutto – spiega Thomas – Abbiamo puntato sulla presenza del power trio con tante sperimentazioni in sala e il disco è davvero il frutto di un grande percorso, di lavoro sui suoni e sulla registrazione, che trasmettesse lo spirito live. Stare insieme, divertirsi e non imporci limiti è stato il bello di questo percorso.” “Noi nasciamo live e continueremo a vivere live, le nostre origini sono dal vivo in Via del Corso – conclude EthanQuella strada è stata la nostra scuola, perché li ti devi conquistare il pubblico e abbiamo sempre puntato a farlo essendo noi stessi. In questo lavoro abbiamo portato la nostra natura che si è evoluta in studio come sul palco.

Non è nostro interesse incasellarci in una categoria: siamo un gruppo di ragazzi che suonano, come forse pochi altri in Italia in questo momento. Quando scriviamo siamo liberi: noi facciamo la nostra musica e chi ci ascolta con mente aperte può goderne. Ci dicono che non siamo rock? Viviamo lo stesso. E, poi, se non è rock avere un’identità, portarla mainstream, mantenerla in un disco del genere in questo momento e portare a Sanremo un pezzo come Zitti e buoni… cosa altro è rock?

La band ha annunciato le prime date live nei palazzetti, registrando oltre 60mila biglietti venduti in poche ore:

  • Martedì 14 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport SOLD OUT
  • Mercoledì 15 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport SOLD OUT
  • Sabato 18 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum SOLD OUT
  • Domenica 19 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum SOLD OUT
  • Domenica 20 marzo 2022 || Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena
  • Martedì 22 marzo 2022 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum
  • Sabato 26 marzo 2022 || Napoli @ PalaPartenope
  • Giovedì 31 marzo 2022 || Firenze @ Nelson Mandela Forum
  • Domenica 3 aprile 2022 || Torino @ Pala Alpitour
  • Venerdì 8 aprile 2022 || Bari @ PalaFlorio
  • Sabato 23 aprile 2022 || Arena di Verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *