“Non mi fai paura” – Il nuovo Singolo di Laura Ciriaco, prodotto da Guido Guglielminetti

Non mi fai paura è una canzone che parla di violenza sulle donne certo, ma anche della profonda radice psicologica e culturale da cui essa nasce: la falsa credenza radicata negli uomini che forza fisica equivalga a superiorità intellettuale e spirituale rispetto alle donne.

La musica e il testo che ho composto, così come la voce che interpreta la canzone, mirano invece a ristabilire la verità, mostrando una donna forte che sbugiarda l’inferiorità morale, emotiva e intellettuale di un uomo che usa violenza su una donna, la sua scarsa virilità proprio nel momento in cui afferma la sua forza fisica. Una donna che ha acquistato consapevolezza e che per questo può dire non mi fai paura

Ci sono uomini che sono talmente ignoranti da vivere con disagio l’evoluzione femminile, uomini che si sentono sempre più inutili e che quindi per esibire la loro mascolinità non hanno altro mezzo che la violenza.

“Il tuo ridicolo maschilismo è un surrogato del pene, che tu continui a esibire, però non ti conviene”: è uno dei versi della canzone.
Il brano ha dunque il duplice intento di spronare tutti gli uomini a ribellarsi alla violenza e ai vecchi stereotipi da cui trae origine e allo stesso tempo di far capire alle donne che, una volta scoperto “il trucco”, tutta la potenza del maschio-macho si sgonfia e rivela la sua fragilità. Insomma, un piccolo strumento di liberazione, maschile e femminile.

Certo, sono consapevole che non basti una canzone. Magari fosse così! Del resto, l’idea di questa canzone è nata durante il lockdown del marzo scorso.

Allora, ho pensato che la convivenza forzata avrebbe alimentato la violenza domestica, oppure portato a molte separazioni e al conseguente comportamento aggressivo, possessivo e infine violento di molti uomini. Purtroppo, così è stato.

È dunque un fenomeno molto più diffuso e pervasivo di quanto ci rendiamo conto, pur con tutte le campagne di sensibilizzazione e tutela delle donne.

Come uomo mi sento profondamente offeso da tutto questo e vorrei che gli uomini, di ogni età, estrazione e provenienza, facessero sentire maggiormente la loro voce.

Quando ho pensato a questo la canzone è nata quasi di getto, come se fosse già nella mia testa e aspettasse solo di essere messa in note e parole.

L’intento, dunque, è quello di fare della canzone un mezzo per parlare di più della violenza maschile sulle donne, e non di usare quest’ultima come un mezzo per far parlare della canzone. Guai se fosse così!

Questo è il motivo per cui ho deciso di affidare la circolazione della canzone non ai canali ufficiali e tradizionali ma a quella rete di attivismo, associazionismo, mutuo appoggio che ogni giorno, lodevolmente, si batte perché questa piaga non appartenga più al futuro delle donne ma solo a un passato remoto.

Spero che il mio lavoro possa essere d’aiuto e che ogni donna possa dire, fiera, “Non mi fai paura. 

Guido Guglielminetti

Edizioni: Groove IT – Guido Guglielminetti

Ascolta il brano su Spotify.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *