Sanremo 2021, Extraliscio con Davide Toffolo: “In missione per conto del liscio”

“Un progetto culturale”: così l’editrice Elisabetta Sgarbi racconta l’avventura con gli Extraliscio, che al Festival di Sanremo 2021 si presentano insieme a Davide Toffolo con Bianca Luce Nera. Il brano, composto da Mirco Mariani e scritto insieme a Pacifico la stessa Sgarbi, fa parte del doppio album È bello perdersi in uscita venerdì 5 marzo per Betty Wrong Edizioni Musicali / Sony Music.

Così Elisabetta Sgarbi racconta la genesi del percorso che porta la band al festival. “Il progetto Extraliscio l’ho scoperto via via stando a fianco a loro per un anno e nasce dall’incontro tra due star del liscio – Mauro Ferrara e Moreno Il Biondo – con un musicista che con il liscio sembrava non avere nulla a che fare, Mirco Mariani, l’inventore di suoni, il genio folle del gruppo.

È un progetto culturale che “porta il liscio fuori di sé” e fa nascere il punk da balera, come ha ben detto Amadeus ascoltando la canzone. È un omaggio alla tradizione che va verso la contemporaneità grazie anche a Davide Toffolo, che ha disegnato il brano come graphic novel.” La voce dei Tre Allegri Ragazzi Morti ha, infatti, tradotto Bianca Luce Nera in sedici tavole raccolte nell’esclusivo fumetto La canzone disegnata, in allegato gratuitamente al numero di marzo del mensile Linus (in edicola dal 4 marzo).

“Sono interprete, in questo caso, e non mi succede spesso – racconta Toffolo – Bianca Luce Nera ha un’emotività speciale, una canzone molto forte e penso che questa potrà incontrare tante persone, soprattutto il lato femminile. La femminilità cantata in questa canzone è molto vera e reale. Nei miei disegni, poi racconto, la mia versione della canzone attraverso il mio segno. È stato di grande ispirazione ascoltare e provare a disegnare questo racconto: due forme di una stessa femminilità che vive nei contrasti.”

A proposito del testo, interviene in conferenza anche Gino Pacifico: “Sono felice di essere stato coinvolto in questo progetto. – interviene Pacifico, coautore del brano – Tutto è nato durante la pandemia ed è stato incoraggiante. Mi sono trovato a scrivere una canzone d’amore, ma un amore molto potente e conflittuale. Questo rapporto coinvolge due personaggi che non possono fare ameno l’uno dell’altro, si inseguono e anche quando si trovano sanno che dovranno inseguirsi ancora.”

Gli Extraliscio sono spesso ‘fuori, sono ‘extra’ e in questo possono andare ovunque li porti la musica interpretando tutti i generi. – Elisabetta Sgarbi

“È un testo letterario a tutti gli effetti – puntualizza l’editrice– Le belle parole arricchiscono le belle canzoni e questa è una canzone sul desiderio, su quello che accade quando due persone si desiderano. Il desiderio è fatto di sentimenti opposti, c’è qualcosa che respinge e qualcosa che attrae come racconta bene Bianca Luce Nera.”

Sanremo e non solo per gli Extraliscio

Gli Extraliscio sono stati protagonisti del docu-film di Elisabetta Sgarbi Extraliscio – Punk da Balera. Si ballerà finché entra la luce dell’alba, presentato in anteprima alle Giornate degli Autori alla 77ª Mostra del Cinema di Venezia. Già vincitrice del Premio SIAE per il talento creativo e il Premio FICE (Federazione Italiana dei Cinema d’Essai), la pellicola è candidata ora ai Nastri D’Argento 2021 e sarà nei cinema con Nexo Digital nella primavera/estate 2021.

“È un’esperienza che va oltre la musica – spiega emozionato Mirco Mariani – quando ho conosciuto queste superstar del liscio ci aspettavamo un regalo ma non ci saremmo mai aspettati che ci avrebbero dedicato un film e adesso una partecipazione a Sanremo. Ora ci siamo… Quando Amadeus mi ha chiamato gli ho chiesto se fosse sicuro… invece è successo, e ce la viviamo come se fosse una serata in balera, con leggerezza e spensieratezza.”

Ph. Cr.: Luigi Scaffidi

“Il liscio fa parte della mia vita ed è un abbraccio continuo, per chi balla ma anche da parte della terra. – aggiunge quindi Moreno Il Biondo – È un genere che è sempre stato nascosto e ora viene fuori in maniera straordinaria con le sue energie e passioni.  Essere sul palco di Sanremo e suonare con l’orchestra è un’emozione e saliamo su quel palco come fosse una balera di liscio con la voglia di essere sempre uguali.”

“Il liscio è cambiato negli anni perché si è industrializzato, verso finalità lontane dall’origine pura che era creatività.- osserva ancora Moreno –  Da un lato questo ha creato vere industrie che hanno dato da mangiare a migliaia di persone, ma dall’altra ha allontanato dalle cantine, come era all’inizio. E secondo me il liscio deve recuperare proprio questo aspetto.”

E infine, spiega Mariani: “Il liscio è rigoroso come il jazz, ha regole precise e chi ne parla male non lo conosce. Richiede una preparazione altissima ed è una musica altruista, che si rende disponibile agli altri e al ballo. Siamo in un momento importante e siamo felici di essere portavoce di questa musica, per cui ringraziamo Elisabetta e Amadeus. Speriamo di portare quell’allegria come il liscio sa fare.

La musica di questo brano? È nata nel periodo del primo lockdown, dopo aver visto un film con Silvana Mangano che balla il bayon. –  conclude Mirco – Volevo riportare fuori quei suoni e da lì mi sono mosso per finire nella centrifuga della balera. È un ritmo che batte, batte forte e porta al ballo; siamo dei fuorilegge: siamo punk perché facciamo musica da ballo quando il ballo in questo momento è la cosa più vietata.”