Alessio Bernabei scala il suo ‘Everest’: “Ho imparato a contare su di me” INTERVISTA

Felpa gialla (in pendant con il colore della Regione Lombardia in tempi di pandemia) e microfono al fianco, Alessio Bernabei ci parla del suo nuovo singolo Everest direttamente dalla sua casa milanese. E proprio da quelle stanze, nella città che più di altre ha vissuto l’emergenza, troviamo un giovane artista che è cresciuto tanto e ha voglia di raccontarsi come farsi non aveva ancora fatto.

Non a caso per questo ritorno sulle scene, ha optato per un brano interamente scritto e composto da lui, accompagnato da un videoclip nato da una sua idea. Insomma, Everest è Bernabei a 360 gradi o meglio un pezzo importante di quel  percorso con cui si impara a godere del cammino senza puntare solo alla cima.

Dalla pandemia a Sanremo, dal talent alle radio passando per il brano dell’estate 2020 Trinidad. Alessio ci ha raccontato la sua nuova avventura musicale da artista indipendente: guarda la nostra intervista video.

Alessio Bernabei Everest TESTO

Non hai niente da dire
e guardi dall’altra parte
ce lo chiediamo spesso
se scappare serve

lascia stare il passato le lacrime che hai perso
anche il fiore più bello può crescere all’inferno

io ti giuro che un giorno smetterà di piovere
e ho capito che con le mie spalle non ti puoi bagnare

E io ci sarò
ed avrò cura di te
quando odierai il mondo
e non ti sentirai giusta
buttarsi in questa vita è come l’Everest
sarò il paracadute che non vuoi indossare
Ma io ci sarò
Se avrai bisogno di me
di me

sorrisi falsi a mia madre e poi morivo sul letto
sempre solo sempre stanco ma con il sogno dentro
mi sono arreso troppe volte
ma c’eri te che mi guardavi e mi rialzavo sempre

io ti giuro che anche se il sorriso non l’hai fatto più vedere
ci saranno tante rughe a dirtelo che lo facevi spesso

E io ci sarò
ed avrò cura di te
quando odierai il mondo
e non ti sentirai giusta
buttarsi in questa vita è come l’Everest
sarò il paracadute che non vuoi indossare
Ma io ci sarò
Se avrai bisogno di me
di me

Ohhh ohhhh ohhhh
Ohhh ohhhh ohhhh

e quello che hai vissuto
ce l’hai sempre dentro
lo riesco a vedere
meglio io che te

poi si appanna il vetro
e lo facciamo dentro
fa paura lo ammetto

E io ci sarò
ed avrò cura di te
quando odierai il mondo
e non ti sentirai giusta
buttarsi in questa vita è come l’Everest
sarò il paracadute che non vuoi indossare
Ma io ci sarò
Se avrai bisogno di me
di me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *