Laioung, il nuovo singolo con Fabri Fibra: “La gente fa cose spietate per avere attenzione”

È uscito Fanno di tutto per hype (Trappocalisse), nuovo singolo di Laïoung feat. Fabri Fibra per Planet Records in collaborazione con RRR Records. “Stimo Fibra come essere umano, ha avuto sempre gesti fantastici nei miei confronti – racconta Laioung introducendo il brano, la sua genesi e il messaggio che vuole mandare – Oggi le nuove generazioni che sono molto più dipendenti dalla tecnologia non si rendono conto che questa ha un’influenza molto forte sul loro modo di pensare e agire.

Ero fomentato di creare questo brano e condividerlo con Fibra perché poteva dare un risultato molto alto. – continua il rapper – Ho riscritto la prima strofa dopo che lui mi ha mandato la sua: mi ha motivato a far uscire più tematiche su questo aspetto. Siamo tutti attaccati  al telefono per business e divertimento ma non siamo nati con questa tecnologia. Pur di avere attenzione la gente fa cose spietate.

Se ci sono notizie negative viaggiano a costo zero e per attirare attenzione si è disposti a fare del male, l’ho provato sulla mia pelle. In passato molte persone mi hanno pugnalato, dopo che le avevo aiutate; per hype tradirebbero i fratelli, ma hype e fama sono cose diverse. Oggi i ragazzi confondono anche i soldi con il numero su followers e siamo ossessionati dall’idea della popolarità.”

Il discorso di Laioung punta il dito su una società che fa dell’apparire e dell’ostentare, spesso solo virtuale, una vera e propria missione quotidiana. Nella musica ma non solo. “In questo periodo vediamo ragazzi dal nulla che vogliono fare rap con una musica che non corrisponde alla loro personalità – spiega – e fanno anche del male agli altri. Penso per esempio al caso di certe challenge pericolose sui social dell’influencer digitale.”

Fanno di tutto per hype (Trappocalisse) è una denuncia sociale per fa capire che non dobbiamo farci lavare il cervello dalla tecnologia. La tecnologia deve essere a nostra disposizione, non dobbiamo subirla.

E ancora: “Oggi la musica come strumento viene troppo spesso banalizzato. Sono consapevole che tantissimi giovani mi ascoltano e sostengono, per questo è importante avere un messaggio costruttivo anche per loro. Quando vedo bambini che cantano le mie canzoni penso dieci volte a quello che scrivo. So anche che se voglio fare musica devo usare i social per farmi sentire ma li utilizzo solo se ho qualcosa da dire e se posso influenzare in positivo mi fa solo che piacere.

Ho sempre l’intenzione di fare musica radio-conscious in modo che arrivi a sempre più persone che possono anche interpretarla a modo loro. – conclude Laioung – Con un messaggio forte, magari non sempre diretto: vorrei trasmettere la mia emozione perché ogni canzone e ogni strumentale esprimono emozioni. Rispetto al passato, non sono più da solo in mezzo a persone che mi hanno accoltellato, oggi sono rinato anche capendo tante cose dell’industria musicale e voglio portare questa voce al popolo. Sorprese? Ce ne saranno di grandissime, comprese collaborazioni internazionali che in questo momento sono più numerose di quelle nazionali.

Scopri di più dall’incontro stampa in questo video.