Mara Venier a RTL 102.5 sul caso ‘Detto Fatto’: “Questa situazione fa ridere un po’”

[CS] Mara Venier è stata intervistata nel programma Giletti 102.5 su RTL 102.5 condotto da Massimo Giletti e Luigi Santarelli. Sul tema della lotta contro la violenza sulle donne commenta: “Io non credo che dovremmo fermarci un solo giorno, ma tutti i giorni dovremmo fermarci a riflettere. Solo negli ultimi due giorni, c’è la stata la giornata dedicata e anche tre femminicidi nel giro di poche ore. 

Dobbiamo lottare tutti i giorni, ma possibile che non si riesca a fare niente? Eppure se ne parla tanto e mai come in questi ultimi anni vengono denunciati pubblicamente, però bisogna fare di più, molto di più. Io spero che venga presto fatta una legge che riguarda il web, dove uno può dire quello che vuole, a volte è molto violento, a  volte molto forte e purtroppo fino a quando non ci sarà una legge che punisce i leoni da tastiera come vengono chiamati, per me sono una manica di criminali perché le parole possono ferire molto”.

Uff. Stampa RAI

A proposito del caso di cronaca che riguarda l’imprenditore Alberto Genovese: “Nel caso di Alberto Genovese e della ragazza stuprata, chi l’ha fatto va punito, ma c’è stato grande eco perché c’erano nomi molto popolari e da un episodio drammatico ne viene fuori quasi un caso di costume. A me non me ne frega niente di leggere chi c’era alle feste, e non  mi sembra neanche giusto mettere nei titoli i nomi di chi ci andava, se fossi stata io, a me non farebbe piacere. A me interessa sapere perché si comportava così, bisogna andare al cuore del problema”.

In  conclusione dell’intervista un breve commento sul tutorial fatto al programma Detto Fatto per cui la Rai ha deciso di sospendere il programma: “A me fa ridere un po’ questa situazione, forse hanno sbagliato la giornata, forse qualcuno poteva pensarci. Sbagliamo tutti, ma qui onestamente lo devo dire è stata una cosa fuori luogo, in un altro giorno questa cosa sarebbe passata con una risata, senza prendere questi provvedimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *