‘Whatsanna’, Carolina Di Domenico: “Sono una mamma matta, ma solo sul set”

Debutta su DeAKids il 30 novembre la sit-com per ragazzi Whatsanna, produzione originale che segue il successo del precedente New School e ne riporta in video i protagonisti. A spiccare su tutti c’è la fiorentina Cloe Romagnoli (Anna) con la mamma Angelica, interpretata da Carolina Di Domenico. Attorno a loro, i volti amatissimi di Matteo Valentini, Edoardo Tarantini, Noemi Bazzoli, Alice Papes, Paolo e Andrea Castronovo, Nicole Di Julio, Alberto Torquati e Federica Fabiani.

“Whatsanna è una serie di 22 episodi da 10/12 minuti – spiega Massimo Bruno di DeAKids – e nasce dall’esperienza importante degli anni scorsi con New School. L’abbiamo girata a settembre appena riaperti i set e sono molto legato a questa serie perché cade in un momento in cui i ragazzi stanno vivendo in maniera particolare l’ambiente domestico e la cameretta, che è il luogo principale della serie.

Ci fa capire come i ragazzi possono essere chiusi in un luogo ma questo non ferma la loro creatività e la loro imprenditorialità. Racconta, in particolare, l’arrivo dell’adolescenza e il vissuto interiore dei teenager, con un forte lato anticonvenzionale.

DeAKids

Giovanissima ma già veterana dei set, Cloe è la protagonista Anna che decide di affittare la sua stanza ad amici e non solo. Da qui nasceranno intrecci tutti da ridere, tra nuove conoscenze e qualche cotta, a cui si affiancano le amicizie di sempre.

Nella mia vita normale, a parte che a volte mi chiedono foto o autografi, cerco di mantenere tutto come era prima. – tiene a precisare la Romagnoli in merito alla popolarità – Cerco di non far notare questa cosa con gli amici, preferisco vivere nella normalità e non mi piace vantarmi anzi mi dà fastidio quando gli amici stretti mi trattano diversamente.

Per la scuola, ovviamente, chiedo dei permessi ma per averli devo andare molto bene e cerco di recuperare tutto quello che fanno in classe. Poi faccio i compiti, magari con l’aiuto di un’insegnante; vado di pari passo, ecco.

Carolina Di Domenico: “In Whatsanna sono una mamma squinternata”

Il cast di Whatsanna vede coinvolta Carolina Di Domenico, da anni assente sui set e impegnata invece in radio e tv. “I miei figli sono esterrefatti dalla situazione – racconta circa l’esperienza nella serie – Abbiamo visto i primi episodi e li hanno guardati vergognandosi di vedere la mamma in queste vesti. Io sono più rigida, ci sono regole ferree a casa e non farei mai quello che fa la mamma di Anna!

Il personaggio è divertente e, siccome è un momento talmente strano nella vita di tutti, mettersi in gioco deve rimanere una parte fondamentale. Quando mi è stato proposto il provino, se in altre occasioni avrei detto di no perché distante dal mio precorso, l’ho abbracciato volentieri. Per me e stato divertente, mi ha divertito l’ambiente sul set, forse ero la più anziana anche rispetto alla troupe… Vedere così tanti ragazzi che in questo momento lavorano nel settore spettacolo mia ha dato respiro.

E poi incontrare Cloe e i suoi amici in Whatsanna è stato come entrare in una classe a scuola. Da mamma mi sono confrontata anche con quel lato, con le mamme che aspettavano i figli alla fine delle riprese. Sono molto felice di far parte di questa esperienza. Ovviamente, è una recitazione spinta sulla vocalità e sulla gestualità, tanto che vederla da fuori sembra inquietante. Nella serie sono una mamma matta, una squinternata, ma è stato importante per me anche come persona.

Della radio, invece, Carolina osserva: “è entrata a far parte della mia vita da dieci anni, lì c’è un discorso di preparazione ma c’è soprattutto passione e improvvisazione, non c’è recitato che si possa avvicinare al percorso attoriale. La radio è intrattenimento puro fatto di interazione con gli ascoltatori e per quanto riguarda Rock and Roll Circus su Radio2 è un flusso di racconto che prende spunto da quello che succede, è completamente libero.

Diversificare, soprattutto in questo momento, diventa importante ma l’obiettivo della Di Domenico resta chiaro nelle sue intenzioni. “Penso che sia bello fare cose diverse altrimenti ci si annoia. E pensare che io volevo fare produzione nella vita, anzi quella rimane la mia idea: DeAKids, se volete io ci sono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *