M-Team in campo contro la meningite infantile: i testimonial

Torna in campo, per il secondo anno, M-Team, contro la meningite per la salute dei nostri bambini, campagna del Comitato Nazionale Liberi dalla Meningite per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione attraverso una corretta informazione.

A supporto dell’iniziativa una squadra di testimonial d’eccezione con la campionessa di pallavolo Serena Ortolani, la food blogger Sonia Peronaci, la campionessa olimpica Tania Cagnotto, l’oncologa e campionessa paralimpica Federica Maspero, il dirigente medico e pediatra Elena Bozzola, il pallavolista Ivan Zaytsev e lo chef Roberto Valbuzzi.

“Ho voluto riconfermare la mia appartenenza all’M-Team, condividendo le finalità di questa campagna promossa dal Comitato Nazionale contro la Meningite – spiega Tania Cagnottodare un’informazione corretta sulla meningite e sull’importanza della prevenzione, ma parlare anche di una sana alimentazione e di una buona attività fisica, per la salute dei bambini. Durante il lockdown noi atleti abbiamo infatti dimostrato quanto l’attività fisica sia un elemento di guida psicoattitudinale assolutamente trasversale, che deve entrare nella mentalità di tutte le famiglie e nell’educazione dei figli”.

Le fa eco Sonia Peronaci, che dice: “Ho accettato con entusiasmo di schierarmi nuovamente accanto a M-Team per dare così il mio contributo alla diffusione del fondamentale valore della salute per il bene dei nostri bambini, contro la meningite. Quest’anno più che mai questa esperienza Covid-19 ci ha insegnato che alle emergenze bisogna essere preparati, ed è quindi fondamentale agire d’anticipo, attraverso la prevenzione”.

Anche la campionessa di pallavolo Serena Ortolani fa parte dell’M-Team 2020: “Ho scelto di far parte di questo progetto perché mi sento prima di tutto mamma e responsabile della salute di mia figlia, per questo penso che la prevenzione sia fondamentale, come la vaccinazione alla meningite. Da quando ho saputo che mio marito Davide ha rischiato la vita da giovane a causa di questa patologia, sono ancora più convinta a supportare il tema”.

“Con grande piacere ho accettato di far parte di ‘M-Team Liberi dalla meningite’ – continua il pallavolista Ivan Zaytsev  un’iniziativa che vuole dare un’informazione corretta sulla meningite e sulla sua prevenzione. Alimentazione sana, buona attività fisica e attenta prevenzione, sono elementi che tutti noi genitori dovremmo sempre considerare, per la salute dei nostri figli.”

Impegno sostenuto anche dallo chef Riccardo Valbuzzi, che conclude: “È per me un onore far parte di questo team. Credo fortemente nella prevenzione attraverso piccoli gesti e soprattutto attraverso il cibo. Da neo papà credo di avere la responsabilità di diffondere messaggi corretti, affinché la prevenzione contro la meningite sia efficace.”