DiMaio rilegge la hit ‘Gloria’: “C’è dentro tanto della nostra Italia”

È disponibile dallo scorso 3 luglio Gloria, nuova versione del classico di Umberto Tozzi reinterpretata dal tenore e sopranista DiMaio e contenuta nel nuovo album 2Me atteso dopo l’estate. Sotto la supervisione artistica di Dario Faini, la hit del 1979 è stata completamente rinnovata grazie anche agli arrangiamenti del Maestro Carmelo Patti.

“Mi piace pensare che chi l’ascolti possa distrarsi, cantarla e pensare con positività al futuro – racconta DiMaio – nel testo c’è la ricerca, il desiderio di trovare qualcosa che abbiamo conosciuto assaporato e ci è stata tolta […] Penso che serva a tutti un po’ di leggerezza e allegria e questo brano a me ha sempre trasmesso questi sentimenti. C’è dentro tanto della nostra Italia che mi auguro di portare nel mondo, abbracciando tutte le nazioni che oggi come noi cercano di risollevarsi da questo momento buio.”

Dario Faini spiega che si tratta di “una re-intepretazione con un arrangiamento orchestrale che riporta a sonorità del passato pur rimanendo attuale. Ascoltandola mi riporta alle immagini di Miracolo a Milano, il film di De Sica, e allo stesso modo dentro il brano rivedo un po’ di neorealismo italiano ed il desiderio di ripartire, la vocalità di DiMaio rende poetici alcuni passaggi grazie alla sua particolare estensione vocale che gli permette di spaziare in diverse coloriture e registri regalando grandi emozioni.”

Da parte sua, infine, il M° Carmelo Patti spiega: “L’orchestrazione è stata pensata reinterpretando Gloria con l’idea di rappresentare il carattere malizioso e disinvolto, a tratti provocatorio e ironico, tipico dell’immaginario letterario e musicale della femme fatale. Il collegamento con il ritmo dell’habanera nasce spontaneo come il riferimento alle sonorità dell’opera ottocentesca.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *