‘Un’estate a Parigi’ con Sarah Morgan: storia di un’amicizia al femminile

Sarah Morgan – scrittrice per due volte si è guadagnata il RITA Award conferito dai Romance Writers of America – firma il suo nuovo romanzo dal titolo Unestate a Parigi (ed. HarperCollins). Al centro, la storia di un’amicizia tutta al femminile che si snoda fra le vie una calda Parigi e una piccola libreria. Proprio la città è il cuore pulsante della trama, di quelli che altrove avrebbero battuto diversamente.

È la meta tanto sognata da Grace, che insieme al marito già si vede passeggiare per la ville lumière, lungo la Senna e i viali, guardando Parigi da Montmartre. Ma qualcosa va storto e quel sogno di viaggio si infrange in mille pezzi insieme al matrimonio della protagonista. Come una doccia fredda, freddissima, David non solo non andrà in Francia con la moglie ma le chiederà il divorzio, proprio allo scoccare del venticinquesimo anno di nozze.

E allora, il coraggio di realizzare un sogno diventa per Grace un’ulteriore propulsore che la porterà nella capitale. Da sola? Non importa, in fondo quel sogno è innanzitutto il suo. Come a volte il destino sa fare, in quel di Parigi, un incontro cambierà la protagonista.

Audrey ha possibilità di lavorare in una piccola libreria, occasione preziosa per la sua vita che si deve però scontrare con il problema linguistico. Perché lei non sa il francese… Ritrovatesi vicine d’appartamento, Audrey e Grace diventano sostegno l’una per l’altra in un momento, per entrambe, difficile di affrontare e insieme troveranno la forza per ripartire.

L’autrice

Tra le autrici più amate da USA Today, Sarah Morgan si è fatta conoscere grazie a romanzi vivaci e sensuali, dei quali ha venduto oltre undici milioni di copie. Inglese, ama la vita all’aria aperta, sciare e fare trekking. Con HarperCollins ha pubblicato le serie Puffin Island, O’Neill Brothers e Da Manhattan con amore, e i romanzi Come mantenere un segreto e Il meraviglioso Natale delle sorelle McBride.

Noi non ci diciamo che stiamo bene quando non stiamo bene.
Non tra di noi. Abbiamo un’amicizia vera.
Di quelle in cui non c’è bisogno di dire che va tutto alla grande quando
non è affatto così.

Sarah Morgan, Un’estate a Parigi, Milano, Harper Collins, 2020 (Traduzione di Cristina Ingiardi; 432 pagine, 15 euro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *