Salmo lancia la nuova label Lebonski 360°: il primo artista è Deiv

Salmo presenta la sua nuova avventura, Lebonski 360°, una label unica nel mercato che vuole essere punto di incontro tra aspiranti artisti e artisti affermati per trovare stimoli, passione e metodo. La label si fonda su tre pilastri: il primo è l’espressione a 360° del talento di Salmo come produttore, talent scout, direttore artistico e creativo; il secondo è la ricerca, il lancio e la gestione di nuovi artisti; il terzo è la creatività a 360° in ambito entertainment. L’obiettivo è quello di dar vita ad un’agenzia creativa a tutto tondo che svilupperà nuovi format con un approccio innovativo agli artisti e ai brand.

Il rapper sarà affiancato da Sebastiano Pisciottu (suo manager), Max Brigante, Daniele Menci (ex direttore Sony Music Italy) e da un team di autori, creativi e professionisti dell’entertainment. Lebonski 360°avrà un reparto dedicato alla produzione multimediale (cinema, serie tv, podcast, ecc.) e un’Academy, finalizzata a scoprire e coltivare giovani talenti nei campi del beatmaking, della regia, della fotografia e della grafica. La label potrà contare su Sony Music Italy, casa discografica di Salmo e perfetto partner in crime.

Il primo talento ad essere presentato è Deiv (Davide Moica), in radio e digitale con il suo nuovo singolo. TPS vuole essere un incoraggiamento a chi si dà per vinto o sta per gettare la spugna invece di lottare. Uno stimolo a credere in sé stessi, in quello che si ama e per cui si sta combattendo.

TPS è la rivincita contro chi dice che stavi solo perdendo tempo. TPS vuole essere il consiglio di quell’amico con il quale puoi confidarti senza aver paura di sembrare strano ai suoi occhi. Non esiste una deadline per aver successo nella vita. Non esiste successo senza fallimento.”

Cantante, musicista, sognatore professionista nato a Olbia, a 13 anni – autodidatta – Deiv si cimenta con il punk in sala prove con Salmo fino poi a scoprire il blues, il funk e soul. Dopo aver militato in diverse band, scritto e cantato in inglese decide di fare esperienza fuori dall’Italia, più precisamente a Londra. Nel 2020 decide di tornare alle origini, trasferirsi in Sardegna e ri-scrivere la sua storia in italiano, questa volta mixando la sua esperienza di sound londinese/internazionale con la sua vecchia attitudine rock.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *