Malcky G racconta ‘Wavy’ con MamboLosco: “Ci sono mille modi di fare trap” INTERVISTA

Dopo una manciata di singoli (Senza orariMoodCerealiHit), il giovane Malcky G – vero nome Malcolm Reeves – pubblica Wavy, pezzo che vede la collaborazione speciale con MamboLosco. Disponibile negli store digitali, la traccia è prodotta da Andry The Hitmaker ed è accompagnata da un videoclip diretto da Riccardo Malon con riprese di DImitri Bertetto.

Il fresco percorso di Malcky G è già costellato di numeri a svariati zeri, conferma di un’attenzione sempre maggiore nei suoi confronti soprattutto da parte del pubblico più giovane. E brano dopo brano Malcolm va definendo un’identità artistica che ha fatto (anche) del multiculturalismo un valore aggiunto: scopri di più nella nostra intervista.

Il tuo nuovo singolo è Wavy: quando è nata l’ispirazione per questo pezzo e come vi hai lavorato in fase di produzione con Andy The Hitmaker?

Sono andato in studio da Andry. Io avevo già il testo e avevo delle idee di suono, così lui ha preparato la base… In studio io ero chiuso nella cabina per registrare, comunicavamo tramite cuffie e microfono.. è stato molto prezioso lavorare con lui, mi ha dato molti consigli anche su come cantare. L’opinione del produttore è molto importante per la realizzazione di un brano.

Ph. Cr.: Riccardo Melon

In questo brano, rispetto ai tuoi singoli procedenti, spicca il primo featuring: come mai hai scelto di collaborare proprio con MamboLosco?

Io e Mambo siamo molto amici e sono stato molto felice di coinvolgerlo in un mio progetto.

Come è stato il vostro primo incontro e in che misura la presenza di un amico e collega come MamboLosco ha arricchito il pezzo?

Ci siamo conosciuti in un backstage di un concerto, siamo diventati molto amici e abbiamo deciso di collaborare. Mambo è stato molto importante per la realizzazione di Wavy… la sua strofa è molto forte e bella. È uscito un bel lavoro.

Da Senza orari a Wavy passando per Mood, Cereali e Hit: che artista vuole diventare Malcky G?

Vorrei mostrare di saper fare tante cose, che sono dinamico e che non faccio sempre lo stesso tipo di musica. Ci sono 1000 modi di fare trap…

Oggi la scena trap è innegabilmente piuttosto affollata: quale credi sia stata la cifra che ti ha fatto emergere di più rispetto ad altri artisti?

Secondo me anche l’età…  non ci sono tanti miei coetanei nella scena. Inoltre, penso che per diventare big sono importanti, oltre alla musica, il look, la cura del profilo Instagram e l’immaginario che si evoca… ci vogliono tante caratteristiche e doti, io cerco di curare tutti questi aspetti.

I numeri (streaming, views, followers) ti premiano: senti la responsabilità o magari una certa “ansia da prestazione” all’uscita di una nuova traccia?

Forse un po’ visto che il singolo è partito bene… ma sono certo che i miei supporters e fan non mi deluderanno.

La musica è per te una questione di famiglia: quanto ha contato essere cresciuto in un ambiente in cui l’arte e le note sono state tanto presenti? Ti ha influenzato?

Molto! Crescendo in America e in una famiglia appassionata di hip hop sono sempre stato immerso in quella cultura… mi è venuto naturale fare musica.

 

Chi sono gli artisti che apprezzi di più, magari proprio da quando eri bambino?

Mi piace molto 50 cent da quando ero bambino e ho scoperto l’hip hop, anche se non è il mio attuale riferimento musicale. Ora mi ispiro di più alla nuova scena trap americana, come i Migos.

Abbiamo davanti un’estate senza grandi eventi musicali: come ti fa sentire questa situazione? Come hai vissuto e stai vivendo queste settimane di emergenza sanitaria?

Penso che l’estate senza concerti sarà proprio noiosa… l’estate è divertimento e dopo tutto l’anno di studio e scuola è un vero peccato.

Qual è, ad oggi, l’insegnamento più prezioso che la musica ti ha dato?

La musica mi ha insegnato che nella vita ci vuole costanza. I risultati arrivano con l’impegno e con il tempo, non si può avere tutto subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *