Ranzy: dopo ‘Caran D’Ache’ il nuovo singolo ‘Evado’, album entro il 2020 VIDEO

Evado è il nuovo singolo di Andrea Randazzo in arte Ranzy, disponibile sulle principali piattaforme digitali dallo scorso 31 marzo. Sulla scia del precedente Caran D’Ache, il brano è il racconto moderno di quanto possa essere difficile affrontare la quotidianità, anche nei suoi momenti più comuni, quando qualcosa dentro di sé si rompe.

Così Ranzy introduce la traccia: «Mi ero lasciato con la ragazza e facevo un lavoro che odiavo: vendevo caffè in un negozio e spesso mi ritrovavo a scrivere durante l’ora di pausa. Cercavo un’evasione da quel posto di lavoro che mi serviva solo per pagarmi le registrazioni del disco. 

È la depressione causata dalla solitudine, affrontata però come uno stimolo per risalire dal fondo e messa in relazione con gli alti e bassi che ognuno di noi ogni giorno deve affrontare. Nel ritornello, infatti, il termine “e-vado” è ambivalente: esprime sia la voglia di evadere sia il movimento che si fa andando verso qualcosa. In questo caso, su e giù come l’umore.»

Accompagna Evado il videoclip ufficiale per la regia di Brace Beltempo. «Le immagini raccontano la sensazione di sentirsi in gabbia e la speranza che qualcuno (o qualcosa) ci possa salvare.  – spiega il rapper lombardo – Nel video c’è tutta la solitudine di Ranzy, completamente solo su un promontorio in cerca della propria evasione guardando il panorama a strapiombo sul mare.

E se la depressione è rappresentata dalla ragazza che lo ha ferito e poi abbondato, la gabbia sta a simboleggiare la chiusura in se stessi ma anche la voglia di superare quelle barriere che a volte ci chiudono. Ecco allora la chiave, l’unica soluzione per superare tutti gli ostacoli, che però non possiamo avere… Per questo Ranzy affoga in mare finché la Musa ispiratrice – rappresentata dalla sirena – non viene a salvarlo, proprio come ha fatto con me la musica.»

Evado e Caran D’Ache saranno contenuti nell’album “Andrea”, progetto dalle tematiche di interesse sociale la cui pubblicazione è prevista entro il 2020.