Daydream: il brano solidale che intreccia i mondi di tre artisti

Lo scorso 27 marzo è uscito Daydream, brano – anzi colonna sonora di questi tempi difficili – nato dalla collaborazione di tre compositori della famiglia INRI. Si tratta del pianista Gian Marco Castro, del produttore Matthew S e del fisarmonicista Pietro Roffi, che hanno fatto incontrare i loro mondi sonori dando vita a una traccia il cui ricavato sarà in parte devoluto a scopo benefico.

Ciascuno, come tutti noi, ha lavorato nel proprio isolamento domestico mettendo a disposizione dei colleghi creatività, suggestioni e ispirazioni sonore con cui ha preso forma il progetto che ascoltiamo.

Tra speranza e malinconia, Daydream (INRI Classic) “è il sogno ad occhi aperti che stiamo vivendo in questo momento, un sogno triste dal quale vorremmo svegliarci ma in cui ci ritroviamo istante dopo istante.”

Daydream è anche il sogno ad occhi aperti che ci permette di sperare, il sogno luminoso in cui vorremmo essere e in cui presto saremo.”

Accompagna il brano un videoclip con la direzione creativa e montaggio di Luca Kudu Anello, che in b/n racconta le fasi di creazione del brano da parte di ciascun artista. In copertina, invece, l’uomo nella sua piccolezza di fronte alla solitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *