Quarto Grado, o7 febbraio 2020: anticipazioni puntata, caso Vannini

[CS] Venerdì 7 febbraio la Cassazione si esprime sul ricorso di Antonio Ciontoli, accusato di aver sparato a Marco Vannini. A partire dalle ore 21:25, su Retequattro, Quarto Grado segue la giornata chiave del dibattimento.

Con ospiti in studio e in collegamento, il programma condotto da Gianluigi Nuzzi con Alessandra Viero, a cura di Siria Magri, ricostruisce la vicenda che ha portato alla morte di Vannini: era la notte del 17 maggio 2015, il giovane di Ladispoli aveva 21 anni ed era fidanzato con la figlia di Ciontoli, Martina.

In primo grado, il 51enne è stato condannato a 14 anni di carcere con l’accusa di omicidio volontario, pena poi ridotta in secondo grado a cinque, per omicidio colposo. Gli altri componenti della famiglia, moglie e due figli, hanno subito una condanna a tre per omicidio colposo; pena poi confermata, in secondo grado.

L’omicidio sarà ritenuto volontario o giudicato colposo?

Da un lato, il sostituto procuratore generale della Capitale, Vincenzo Saveriano, chiede di annullare la sentenza d’appello, ritenendo corretta la sussistenza del reato di omicidio volontario. Dall’altro, i difensori dei Ciontoli sollecitano una riduzione della pena per il principale imputato, convinti non sia presente l’aggravante della «colpa cosciente», e l’assoluzione piena per i familiari.

6 pensieri su “Quarto Grado, o7 febbraio 2020: anticipazioni puntata, caso Vannini

  1. Che la Cassazione, se ancora esiste una legge italiana seria,decreti la revisione del processo,data la grande colpevolezza di tutta la famiglia Ciontoli a ritardare i soccorsi,a dire solo bugie,anche nell’intercettazione prima di essere interrogati,…..”T’ho parato er culo”,facendo morire Marco,che doveva essere soccorso subito e salvato!!!

  2. Buona Sera in attesa di quarto grado con molta ansia mi pongo delle domande inerenti al caso Vannini: punto 1 cosa ci faceva Marco nella vasca alle 23…!!! punto 2 Marco si doccia e chiede al suocero di fargli vedere le armi? quando si sa dalle cronache che era un timido, punto 3 un uomo adulto che ricopre un ruolo lavorativo importante puo’ mettersi a giocare con le armi? Ammettendo pure cosa che io non credo “marco si lava tutto nudo chiama il suocero e gli dice fammi vedere le armi???” Ma daiiii un mare di bugie. Spero che vengano tutti condannati, se avrebbero chiamato subito i soccorsi lui si sarebbe salvato e la cosa sarebbe andata ugualmente a giudizio ma con conseguenze minime forse il ragazzo li avrebbe anche difesi e sarebbe finito li, ma tutto questo teatro che hanno costruito parla da solo. Spero che si venga a sapere veramente come sia andata la storia cosa che sara’ molto difficile, spero solo che verranno tutti condannati ma tutti ma non con pene irrisorie ma come e’ giusto che sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *