Rocco Hunt: in radio ‘Ti volevo dedicare’ ft. J-Ax & Boomdabash TESTO

È in radio Ti volevo dedicare, nuovo singolo di Rocco Hunt feat J-Ax & Boomdabash, estratto dal disco d’inediti Libertà (Sony Music Italy).“Aver collaborato con J-Ax e i Boomdabash, che vengono da due successi importanti estivi, è sicuramente per me un piacere e un grande onore. – spiega Rocco – Con questo brano, è come se avessi messo nello stesso attacco Messi e Ronaldo. È una bella dedica d’amore, mi aspetto tanto!”

Con un esordio in vetta alla classifica degli album più venduti della settimana (dati diffusi da FIMI/GfK Italia), Libertà è stato accolto con grande entusiasmo da critica e pubblico.

Rocco Hunt Ti volevo dedicare feat J-Ax & Boomdabash TESTO

Ho una cosa da dirti da tempo
Ma non ho mai trovato il momento
Potrei farlo qui, non mi importa se
Questa gente mi guarda ridendo
Giuro l’altra notte è stato bello
Non esci più dal mio cervello
Non basterebbe un solo anello
Tu vali più di ogni gioiello

E chissà se
Quando parti poi ritorni qui da me
E dimmi se
Questo sentimento vale anche per te
Balla finché
Rimanendo ad occhi chiusi
Mi dai un bacio e poi ti scusi
Resta qui solo un secondo in più perché

Ti volevo dedicare, mille canzoni scritte
Una chitarra da accordare, in quelli notti
Fino a quando sale, sale il sole e perdi il conto delle ore
Ti volevo dedicare quello che provo e non so cos’è
Eh, eh, eh eh eh eh, eh, eh
Quello che provo

Non diciamo per sempre perché mai nulla dura in eterno
Se credi troppo nei sogni poi ti risvegliano sul più bello
Tutto sembra un déjà vu
Mille parole alla TV
Coca Cola e Malibu
Balliamo come una tribù

E chissà se
Quando parti poi ritorni qui da me
E dimmi se
Questo sentimento vale anche per te
Balla finché
Rimanendo ad occhi chiusi
Mi dai un bacio e poi ti scusi
Resta qui solo un secondo in più perché

Ti volevo dedicare, mille canzoni scritte
Una chitarra da accordare, in quelli notti
Fino a quando sale sale il sole e perdi il conto delle ore
Ti volevo dedicare quello che provo e non so cos’è
Eh, eh, eh eh eh eh, eh, eh
Quello che provo

Non so fare serenate, sere nere, ne sais rien
Non seguo la moda ma ritorno, vinile
Non so se Maradona era meglio di Pelé
Ma il calcio femminile è di sicuro più virile
Donne contro maschi, servono entrambi
Anche se diversi come gli occhi degli Husky
Amo gli incostanti, parti come Heidi
Ti spogli come Miley, tutta fatta come Billie Eilish
Quando sei vicina sei polemica (oh)
Quando sei lontana sei l’America
Fai scorrere sangue nella mia vena poetica
Come Lucio Dalla parte una mia mano che ti fa una dedica
Penso a te e le parole escono in metrica
È facile trovarle come l’erba su Telegram
Qui le bugie sono in vendita
E tu sei il siero della verità, meglio del Pentotal

La sensazione che a volte mi sale
È che stiamo bene come spiagge e mare
E come barche all’orizzonte, ci perdiamo tra le onde
Bene e male si confonde, tra le nostre ombre

Whoa, whoa

Fino a quando sale il sole, perdi il conto delle ore
Ti volevo dedicare quello che provo e non so cos’è
Eh, eh, eh eh eh eh, eh, eh
Quello che provo non so cos’è, whoa
Ti volevo dedicare quello che provo e non so cos’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *