“Love fever”, il nuovo singolo di SirJo Cocchi

Ascoltala ora su Spotify o su Itunes

SirJo è un gioiello che ho trovato nella scena musicale italiana. Canta e suona col cuore di un vero artista Soul and mi ricorda che c’è ancora tanto talento da scovare in giro per il mondo.

Vaneese Thomas cantante e produttrice nominata ai Grammy, parte della leggendaria famiglia Thomas/Stax (con suo papà Rufus e sua sorella Carla) e vocalist con Aretha Franklin per più di un decennio.
Milano, Luglio 2019

SirJo Cocchi, songwriter, cantante, tastierista a sei dita e produttore milanese, ha appena dato alla luce il singolo Love fever, il secondo tratto da The Songbook Chronicles: il progetto (costituito da una serie di EP e da un album) è pubblicato da Groove It, la nuova etichetta indipendente con base a Milano.

Dopo più di 25 anni come sideman e produttore (e/o cantante, tastierista, autore) di vari progetti, SirJo finalmente esce con un progetto solista, con cui pubblicherà una canzone al mese (più un EP con ogni quarta canzone) per i prossimi 12 mesi.

Love fever ha il classico sapore di una lenta ballad Rhythm & Blues, con un mix di suoni moderni e vintage, con l’hammond ed i cori che rispondono alla voce e formano un tappeto che va a creare un’atmosfera morbida e spaziosa. Nella coda del pezzo c’è anche un solo di chitarra, una reminiscenza dei giorni in cui i soli erano uno dei momenti topici delle canzoni ed una visione del loro auspicabile ritorno.

Come facevano alla Stax, Motown, Atlantic o alla Hi-Records, la canzone (e tutti gli EP nonché l’album che seguiranno) è stata registrata utilizzando la tecnologia più moderna ma nelle classiche modalità di una volta: una sezione ritmica affiatata in una stanza, con SirJo alle tastiere ed alla voce ed i suoi fidati musicisti (batteria, basso e chitarra) che ci mettono il groove.

In questo caso anche la traccia di voce è quella registrata durante la sessione originale con la band e cattura lo spirito originale della canzone, che è stata registrata subito dopo essere stata scritta: SirJo stava registrando degli organi Hammond e dei cori (con la grande Lisa Fischer) per Vaneese Thomas durante un viaggio a New York e durante le pause si è seduto al piano ed ha scritto il pezzo in metà giornata. A suo dire a volte ci vuole un bel po’ a completare una canzone, questa è venuta fuori molto rapidamente.

SirJo l’ha registrata in studio con i suoi musicisti qualche giorno dopo essere tornato da New York: le canzoni possono essere come le verdure, se le conservi per troppo tempo magari vanno a male.

Influenzato all’inizio da molti artisti Blues, Rock, Jazz e Rhythm&Blues (Ho imparato la scala blues molto prima di quella maggiore) SirJo a 20 anni si è trasferito a Los Angeles a studiare musica al MI ed ha approfondito la conoscenza della musica di James Brown, Sly e Prince: ora sta mescolando tutte queste influenze producendo una musica che (quando deve per forza definire) lui chiama Soulful songwriting cantautorato con Soul.

La prima volta che l’ho sentito, wow! All’improvviso sparivano nazionalità e colore e rimaneva solo bellissima musica piena di Soul.
Keisha Jackson – Vocalist con Erykah Badu & Outkast e fondatrice di One Voice Entertainment.

Per informazioni, richieste promozionali ed interviste, contattare Sara Cagiano alla mail sara.cagiano@grooveit.it

Credits:

SirJo Cocchi – Voci, tastiere, programmazione, campionamenti
Lucio Enrico Fasino : Basso
Fiore Garcea: Batteria
Andrea Talarico: Chitarra
Registrato da Pietro Ferraina @ Prosperous Studios
Mixato da Johnny Jetner @ Prosperous Studios
Masterizzato da Pietro Ferraina @ Easy Audio Mastering

Web & Social:

WebYouTubeFacebookInstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *