J-Ax: il nuovo singolo è ‘Timberland Pro’ VIDEO & TESTO

“Ho scritto un pezzo anticonformista, fuori mercato e per vecchi come me”: queste le parole provocatorie con cui J-Ax presenta il suo nuovo singolo, Timberland Pro, in digitale e streaming dal 13 maggio. Dissacrante quanto basta, il brano è prodotto dai Mamakass (Fabio Dalè e Carlo Frigerio) e suona come un ritorno al Rap’n’Roll degli Anni ’90.

J-Ax calpesta buonismo e ipocrisia verso l’essenza della realtà, senza Rolex e senza Lamborghini, e si fa conoscere dalle nuove generazioni come colui che non ha mai perso di vista le cose che contano. Nello stesso tempo, provoca riconoscendo la propria posizione di privilegio per il mestiere che fa.

J-Ax Timberland Pro TESTO

Ho comprato queste scarpe in un negozio d’armi da fuoco
non le vendono nelle boutique in Duomo
hanno la punta d’acciaio ed un albero sul Logo
vanno bene sia al lavoro che a legnare dentro il pogo
ho schivato il lavoro al call center
ho trollato jet set e trend setter
ho lo zippo dentro a una fondina in pelle
ho fatto i like per bruciare quelle
come Kyle Jenner
negli USA ho amici Redneck
ho sparato nel deserto in Arizona con un AK47
ho il mio nome sull’erba legale più potente
ho più o meno cimette nel mio piumino Ciesse
ho la cazzimma da quando la Timba aveva suola Vibram
ho l’unico disco dei Black Sabbath con Ian Gillan
tutti rimano alla moda io ho citazioni Vintage
fuori dalla mischia usa google o va fuori dalla minchia

Degli sbarbati me ne sbatto ho un contratto con la Sony
che anche se non gioco incasso come Ronaldo
giovane per finta non penso
sono un artista per tutta la famiglia Manson

Il mio testo sul diario di tuo figlio ce l’ho
I fan con la maglia dei Sex Pistols ce l’ho
le Jordan le mettevo quando tu calzavi chicco
Il vero status symbol è Timberland pro

E io ce l’ho e tu non ce l’hai
E io ce l’ho e tu non ce l’hai
Schiaccio le tue Birkenstock con le Timberland pro
E tu non ce l’hai e io ce l’ho

La società ci impone i suoi canoni di bellezza ho la resilienza
di chi ha imparato a farne senza
ed è chiuso in fabbrica però la spugna non la getta
e suona la chitarra anche se ha perso un dito nella pressa
ho la libreria che è l’incubo di un intellettuale
perché ho letto il capitale ma ho anche fatto il capitale
ho Fangoria e Zero Calcare
non smette di giocare chi invecchia
ma invecchia chi smette di giocare
ho l’amore delle Milf e l’odio di mamme leghiste
ho un amico Tunisino che si fa le loro figlie
ho carta bianca in banca Carta oro Carta business
ho il platino fatto quest’anno e quello del 95

Ufficio Stampa

Il mio testo sul diario di tuo figlio ce l’ho
I fan con la maglia dei Sex Pistols ce l’ho
le Jordan le mettevo quando tu calzavi chicco
Il vero status symbol è Timberland pro

E io ce l’ho e tu non ce l’hai
E io ce l’ho e tu non ce l’hai
Schiaccio le tue Birkenstock con le Timberland pro
E tu non ce l’hai e io ce l’ho

Ho preso tutti per il culo non ho mai comprato un Rolex
In Italia il sarcasmo non si usa come il goldone
non ho niente da dimostrare ne da compensare
quindi non ho il Lamborghini  perché c’ho il cazzo normale
ho ignorato analfabeti che mi prendono alla lettera
ho spaccato anche alla tele  come i Griffin mica  Letterman
e ho riso di ogni recensione pessima
perché ho gente coi miei testi tatuati sulla vertebra
ho Cochi e Renato che mi danno il 5
dall’alto ho Jannacci che mi osserva ed annuisce
ho l’abitudine di realizzare roba che qui non esiste
ho fatto il Rock and Roll con due piatti e un Mixer
venuto alla luce sotto la Madonnina
non ho paura del buio perché soltanto lì capisci chi ti stima
non ho solo fatto fortuna ho battuto la mia sfiga
che colpiva aveva con 4 braccia come Shiva
ho le foto di mio nonno sporco di carbone
con trattore e carabina mentre mira al dittatore
su di me fanno tendenza anche le scarpe da operai
passano le mode lo stile invece mai

E io ce l’ho e tu non ce l’hai
E io ce l’ho e tu non ce l’hai
Schiaccio le tue Birkenstock con le Timberland pro
E tu non ce l’hai e io ce l’ho

Il mio testo sul diario di tuo figlio ce l’ho
I fan con la maglia dei Sex Pistols ce l’ho
le Jordan le mettevo quando tu calzavi chicco
Il vero status symbol è Timberland pro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *