Shade e il suo ‘Welcome to the Show’: «Suonare con una band? L’ho sempre sognato»

Welcome to the Show: un titolo che è anche un invito, un biglietto da visita, uno slogan che introduce ai due appuntamenti live con cui Shade porta sul palco la propria musica insieme a una band a ranghi serrati. Lo spettacolo va in scena il 12 maggio all’Alcatraz di Milano e il 18 maggio all’Orion di Roma con una serie di ospiti solo in parte annunciati.

A far respirare un po’ dell’atmosfera in sala prove ci pensa il freestyle che il rapper che pubblicato su suoi canali web raccogliendo in poche ore oltre 60mila views solo su YouTube. “Volevo condividere un piccolo assaggio del live, che è solo una minima parte di quello che sarà lo show. – ci ha raccontato Vito a pochi giorni dal debutto –

Ci saranno momenti up ma anche brani più intensi, che richiedono una certa intimità; per questo motivo ho cercato di studiare una scaletta che possa valorizzare le varie parti. Posso dire che questi due concerti sono qualcosa che sognavo fin dall’inizio e potermi ora esibire live è davvero emozionante.

La presenza degli strumentisti è, forse, ciò di cui va più orgoglioso l’artista: “La tensione ovviamente è altissima, più che altro perché c’è di mezzo un live che non ho mai fatto con la band. Da quando ho iniziato non ho fatto altro che immaginare come sarebbe stato fare un concerto con una band…. e adesso ci siamo.

Così, da una sala prove affollata di strumenti, Shade dà il suo benvenuto anticipando come ogni brano sia stato ridefinito negli arrangiamenti anche come forma di rispetto verso il pubblico: “Volevo fare una cosa per cui valesse pagare il biglietto: per questo abbiamo lavorato riarrangiando tutti i pezzi.

A far compagnia all’artista sul palco, tra gli ospiti annunciati, ci sono J-Ax, Ensi, Federica Carta, Emma Muscat, Grido, Giulia Penna e Fred De Palma. Con quest’ultimo, in particolare, Shade ha pronto un pezzo (“ma non ti dico quale”) e si lascerà andare anche a un freestyle che promette fuoco e fiamme: “Spero di essere pronto, mi sento un po’ fuori forma soprattutto pensando a un gigante come Fred!”, ci confida Vito.

Eppure, proprio il video di fresca uscita ha subito raccolto i commenti entusiasti di fan e non solo. “In tantissimi mi hanno fatto i complimenti, anche su Instagram, e ovviamente non può che farmi piacere.” E proprio sui social, Shade ha saputo creare un rapporto con il pubblico che si basa su uno scambio continuo: da una parte c’è un artista che non smette di ringraziare la sua fanbase (“se sono arrivato qui è per merito loro, questo non lo dimentico”) e, dall’altra, ci sono i fan che gli si rivolgono come fosse un mentore.

Molti mi scrivono che alcuni miei brani li hanno aiutati in tanti momenti , o addirittura che ho salvato loro la vita. Mi sento molto responsabile di fronte alle domande che mi inviano, soprattutto quando mi chiedono dei consigli. Io rispondo loro prendendola molto seriamente anche quando mi fanno richieste che riguardano le loro relazioni. Ecco, spero che, se mettono in pratica quello che consiglio loro, vada poi a finire bene!

Facendo un breve salto all’indietro, il Festival di Sanremo è stata per Shade un’esperienza più che positiva, condivisa “nelle ansie e nelle cose belle” con Federica Carta. “Sarei pronto a rifare Sanremo subito! È stata una settimana bellissima, che abbiamo vissuto nel modo giusto. L’Ariston è stata una vetrina importante e ho visto che da subito la gente ha accolto con calore il brano (Senza farlo apposta, ndr).

Cantare con l’orchestra è stato fantastico: quando, poi, mi sono esibito solo con la base mi sono chiesto ‘dove sono i violini?’. Con gli strumenti è tutta un’altra cosa.

Ho impressa nella mente un’immagine: io e Fede eravamo sul truck di Radio 2, il secondo giorno, e già tutte le persone davanti cantavano a memoria la nostra canzone. Certo, la prima sera ero bianco come un cencio e non era per il trucco, come avevano pensato i miei amici: ero proprio io che ero sbiancato prima di salire sul palco pensando ai milioni di spettatori che mi avrebbero visto!

Dal microcosmo di Sanremo è arrivata anche la conferma di un successo radiofonico che per tanto tempo Vito ha solo sognato: “Sì, la canzone è andata subito bene in radio, ma anche in streaming, ne sono stato molto contento”. Ma tornando al presente, con lo sguardo già verso all’estate e a nuovi appuntamenti on stage, chiediamo a Shade se c’è qualcosa che in questa giornata fitta di interviste ancora non abbia detto.

Vediamo… posso dirti che ho una giacca bellissima con un disco d’oro gigante sulla schiena. Ma non la indosserò sul palco, è troppo tamarra!”. Il countdown è iniziato: welcome to the Show, folks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *