Mostro, fuori lo street-album ‘The Illest Vol. 2’: «Esco dalla confort zone» INTERVISTA

È uscito venerdì 26 aprile per Honiro Label The Illest Vol. 2, nuovo street-album di Mostro, anticipato dai singoli Non voglio Morire, Diavolo Magro e Cani Bastardi. Con la produzione di Enemies e i featuring di Madman e Nick Sick, il lavoro comprende dodici tracce in cui il rapper scatta una sequenza di fotografie con le quali raccontare un modo di essere.

La pubblicazione del disco è stata annunciata solo qualche giorno prima tramite post social e porterà con sé una serie di appuntamenti instore e di concerti. Abbiamo chiesto a Mostro qualcosa in più sul progetto: ecco la nostra intervista.

È uscito , praticamente a sorpresa, il tuo nuovo album The Illest Vol. 2: come mai la scelta di non annunciare nulla se non a qualche giorno dalla sua uscita?
Mi piace essere d’impatto, come è la mia musica. Mi sono divertito a lanciare dei piccoli messaggi subliminali scrivendo in piccolo “vol 2” nelle mie stories su instagram mentre ero in studio a produrre l’album, ma di base mi piace di più un botto grosso tutto insieme piuttosto che una promo lenta e macchinosa.

Ph. Cr.: Lorenzo Piermattei

Questo street-album è il secondo capitolo di una storia aperta nel 2015: quale urgenza hai sentito di proseguire quel percorso?
The Illest è il progetto al quale lavoro dopo aver concluso un disco ufficiale. È il momento che mi prendo per sperimentare. io come artista devo ancora crescere e imparare molto, e credo che ogni tanto sia necessario mettersi in gioco uscendo dalla proprio confort zone, e con The Illest mi è concesso farlo.

Rispetto al volume I ci sono state differenze in termini di ispirazione nei contenuti e nella linea musicale?
L’approccio è lo stesso, ovvero cercare di variare il più possibile. Poi ovviamente molte cose sono cambiate rispetto al primo, io sono rimasto lo stesso ma mi sento cresciuto.

E in che cosa, invece, questo disco è in continuità con il mixtape precedente?
Ci sono degli aspetti speculari sicuramente. L’intro del volume due ripercorre la mia carriera d’artista analizzandola come nel primo volume. Quella che era Sento oggi è Non Voglio Morire. Cambiano i contenuti ma la stessa forma ritorna spesso in entrambi.

La copertina, con il suo bianco/nero, ha uno scenario quasi post-apocalittico: è più una fuga o un salto nel vuoto?
È una fuga con un salto, ma non nel vuoto perché stavolta so dove voglio atterrare.

Sono tre i brani che hanno anticipato, nelle radio, il nuovo lavoro: in che modo sono “biglietti da visita” di questo disco?
Ho scelto quelli che per me erano i brani che racchiudevano di più, non tanto la mia anima, ma quella del disco. Non volevo parlare di me, ma mettere in risalto dei brani che ritenevo contenere l’essenza di The Illest Vol 2. Ad esempio Non Voglio Morire è un brano estremamente intimo, su un pianoforte senza ritornello mentre Diavolo Magro va da tutt’altra direzione ed è proprio questa cosa a dargli una connessione.

In tracklist si leggono due featuring: ci racconti di più sulle collaborazioni con Madman e Nick Sick?
Con Madman era da tempo che volevo finalizzare questo brano e questa è stata l’occasione per farlo; è un artista che stimo moltissimo di cui sono proprio fan, sono stato di recente sul palco con lui al suo tour ed è stato incredibile. Non vedo l’ora di suonare il pezzo nostro nuovo insieme live! Per quanto riguarda Nick Sick, io e lui avevamo un gruppo tanti anni fa, abbiamo iniziato a fare questa roba insieme. Il gruppo si chiama Ill Movement e quest anno abbiamo deciso che era il momento adatto per celebrare ciò che abbiamo costruito in tutti questi anni facendo quel brano.

2015 – 2019 e nel mezzo un album sempre con l’etichetta indipendente Honiro. Visto che sei tra le voci più interessanti del panorama rap attuale, sei mai stato corteggiato dalle major? Che cosa garantisce e in che cosa, invece, può penalizzare l’essere indipendenti?
Io non mi sento penalizzato in nessun modo. Siamo un’etichetta indipendente che compete allo stesso livello delle major e sento di avere la possibilità di poter lavorare in maniera molto più genuina. Richieste in questi anni ci sono state, ma io sono rimasto fedele alla mia squadra.

Parlando dell’album Ogni maledetto giorno dicevi “voglio sfruttare la violenza per comunicare un messaggio positivo”: è così ancora oggi, per te?
Sì, però ad oggi che sono cresciuto e sono più maturo, ti dico che mi piace giocare con la forma delle mie canzoni, nascondendo un messaggio positivo all’interno di quella che sembra essere una canzone che comunica tutt’altro.

Ad un tratto fu chiaro il motivo per cui io mi trovo dove sono adesso, dal buio alla luce il disegno di Dio”: a che punto di senti, artisticamente e come persona?
Mi sento arrivato al punto per il quale, se mi guardo indietro, adesso posso dirti chi sono, quello che ho dato, quello che ho ottenuto, quello che ho fatto, e di conseguenza posso dirti anche quello che voglio. Sento di avere un’identità e di meritarmi il dovuto rispetto.

Sogni, paure e sbagli: in che misura fanno parte della tua vita?
Sogni, paure e sbagli sono tre elementi collegati, che combinati nella giusta maniera possono essere la chiave per trovare te stesso. Sono fondamentali per me.

Sono in calendario due speciali appuntamenti live: che tipo di set vorresti preparare per lo show?
L’inferno! Ho in mente di fare le cose davvero in grande, non posso anticiparvi nulla perché voglio che sia una sorpresa! Venite ai live e vedrete con i vostri occhi!

Questa la tracklist dell’album:

  1. L’Anno del Serpente
  2. Diavolo Magro
  3. Sono Quel Che Sono
  4. Voci in Testa feat. Madman
  5. Nicotina
  6. Soldi e Puttane
  7. Cani Bastardi
  8. Non Voglio Morire
  9. Guanti Neri, Balaclava
  10. Tutto Passa
  11. Still Ill feat. Nick Sick
  12. Le Tre Di Notte 

 

Da venerdì 26 aprile, Mostro incontra i fan per presentare The Illest Vol. 2, questi gli appuntamenti instore:

  • 26 aprile Torino, Mondadori ore 14.30 e Genova, Mondadori ore 18.30
  • 27 aprile – Lucca, Sky Stone ore 14.30 e Firenze, Galleria del Disco ore 17.30
  • 28 aprile – Forlì, Mondadori ore 15.00 e Bologna, Mondadori ore 18.00
  • 29 aprile – Roma, Discoteca Laziale ore 16.00
  • 30 aprile – Frosinone, Mondadori  ore 15.00 e Viterbo, Mondadori ore 18.00
  • 1° maggio – Nola, Mondadori ore 15.00 e Salerno, Disclan ore 18.00
  • 2 maggio – Milano, Mondadori ore 15.00 e Varese, Varese Dischi ore 18.00

Sono già aperte le prevendite su Ticketone per The Illest Show, due date speciali che vedranno Mostro protagonista mercoledì 25 settembre ai Magazzini Generali di Milano e venerdì 27 settembre all’Orion di Ciampino (RM).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *