Lazza, ‘Re Mida’ tra Classica e Hip Hop: la presentazione del nuovo album

È nato nella zona 4 di Milano – quella che gravita attorno a Piazzale Lodi – , ha vinto la sua prima battle a dodici anni, in tasca un diploma al Conservatorio Verdi e sul polpaccio un tatuaggio col volto di Chopin. Quella di Lazza è una proposta musicale che parte dalla classica e arriva all’Hip Hop come racconta anche il nuovo album Re Mida, dal 1° marzo. Prodotto dallo stesso Lazza insieme al collettivo 333 Mob (con Low Kidd e Slait in pole position), il disco arriva a oltre due anni dal precedente precedente, anticipato da NetflixPorto Cervo e Gucci Ski Mask feat. Guè Pequeno.

Artwork: Moab

L’anima di musicista e compositore è la prima a emergere in conferenza stampa, quando Lazza si siede a uno dei pianoforti a coda, uno bianco e uno nero come una sorta di Yin e Yang. E, in effetti, lo stile urban rivendica subito la propria presenza imponendosi nel breve showcase alla vigilia della pubblicazione di Re Mida.

«Ho scelto questo titolo – spiega Lazza – perché per questo mio ritorno la gente ha aspettato tanto e certi si sono  anche scocciati. Volevo un titolo forte, a tratti anche un po’ provocatorio. Il concetto di fondo è prettamente legato al rap e all’idea del numero uno: dove metto la faccia, su un brano, mi piace pensare che quello diventi oro. È un po’ presuntuoso, me ne rendo conto.

Poi nel disco ci sono anche tanti riferimenti materialisti che ho cercato di rendere nella maniera meno avida possibile, con una certa classe. Fino a due anni fa ero un mezzo scappato di casa che non si sapeva comportare: sono cresciuto tanto da allora e questo è per me un giorno molto importante. Ho cercato di alzare l’asticella artistica perché non voglio restare al punto di anni fa. Ma umanamente sono sempre lo stesso.» Così il milanese introduce il proprio progetto affiancato da Low Kidd e Slait quasi fossero angeli custodi.

Unire classica e Hip Hop è quello che mi viene più naturale ed è anche quello che lascia a bocca aperta chi mi ascolta. È questa la mia forza.

Nella versione standard di Re Mida sono cinque le collaborazioni, che Lazza racconta in questi termini: «Sono tutte collaborazioni spontanee perché credo che un featuring faccia la differenza se quella persona ha piacere di lavorare con te. Ci sono Tedua e Izi, amici dai tempi in cui nessuno di noi pensava di poter mangiare con la musica. Poi c’è Fabri Fibra che mi ha dato un credito pazzesco dimostrando da subito un grande rispetto verso di me; con lui feci il remix di un pezzo del precedente lavoro ed è stato super disponibile anche in questo disco. Gli è piaciuto subito il pezzo e ci ha rimandato la sua parte nel giro di 24 ore.

Guè Pequeno, poi, è una sorta di mentore per me, io appartengo alla sua scuola di cafoneria ricercata anzi, noto che la gente che mi segue, o mi scopre, spesso mi definisce proprio figlio di Guè perché probabilmente nota delle somiglianze nell’atteggiamento o nel modo di vestirmi. Infine c’è Luché, uno degli artisti più forti; mi piace la sua attitudine e mi ha fatto piacere ospitarlo nell’album.»

Di seguito una clip video dalla presentazione di Re Mida.

Non c’è una canzone del disco che preferisco, tutti i pezzi a modo loro sono belli e ciascuno ha la sua particolarità. Abbiamo scelto di essere più vari e meno omogenei.

Questa la tracklist di Re Mida:

Ph. Cr.: Mattia Guolo

  1. Per Sempre
  2. Box Logo feat. Fabri Fibra
  3. Re Mida
  4. Morto Mai
  5. Netflix
  6. Superman
  7. 2 Cellulari
  8. Cazal feat. Izi
  9. 24H
  10. Catrame feat. Tedua
  11. Povero Te
  12. Desperado
  13. Iside feat. Luche
  14. Gucci Ski Mask feat. Gué Pequeno
  15. Porto Cervo

La Deluxe Editon contiene anche le Bonus Tracks No Selfie feat. Giaime e Netflix Remix feat. Kaydy Cain

In occasione della pubblicazione del disco, Lazza incontra i fan e firma le copie di Re Mida, questo il calendario dell’instore tour:

  • 1 marzo – Varese, Varese Dischi ore 15.00 e Milano, Mondadori Megastore Piazza Duomo ore 18.00
  • 2 marzo – Torino, Mondadori Bookstore Via Monte di Pietà 2 ore 15.00 e Genova, Mondadori Bookstore Via XX Settembre 27/R ore 18.00
  • 3 marzo – Lucca, Sky Stone & Songs ore 15.00 e Firenze, Galleria del Disco ore 18.00
  • 4 marzo – Roma, Discoteca Laziale Ore 17.00
  • 5 marzo –  Napoli, Mondadori Bookstore ore 15.00 e Salerno, Mondadori Bookstore ore 18.00
  • 6 marzo – Andria, Mondadori Bookstore ore 15.00 e Lecce, Mondadori Bookstore ore 18.00
  • 7 marzo – Padova, Mondadori Bookstore Piazza Insurrezione ore 15.00
  • 8 marzo – Brescia, Mondadori Megastore c/o CC Frecciarossa ore 15.00
  • 9 marzo – Bologna, Mondadori Bookstore Via Massimo D’Azeglio ore 15.00 e Modena, Mondadori Bookstore c/o Cinema Victoria ore 18.00
  • 10 marzo – Vimercate, Mondadori Megastore c/o CC Torri Bianche ore 15.00
  • 11 marzo – Catania, Mondadori Bookstore c/o CC Katanè ore 15.00
  • 12 marzo – Palermo, Mondadori Bookstore c/o CC Forum ore 15.00
  • 13 marzo – Cagliari, Mondadori Bookstore ore 15.00
  • 14 marzo – Alghero,Mondadori Bookstore ore 15.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *