Quarto Grado: le parole di padre Graziano dopo la condanna, «È razzismo»

[CS] L’inviato della trasmissione Quarto Grado, Remo Croci, ha rintracciato telefonicamente Padre Graziano, dopo il pronunciamento dei giudici della Corte di Cassazione che hanno respinto il ricorso e confermato la condanna emessa dalla Corte d’assise d’appello di Firenze il 14 dicembre 2017.

Sono 25 gli anni di reclusione per omicidio volontario e occultamento del cadavere di Guerrina Piscaglia, la 50enne allontanatasi dalla sua abitazione di Ca’ Raffaello (Arezzo) il 1° maggio 2014, a carico di Gratien Alibi. Venerdì 22 febbraio, in prima serata su Rete4, gli approfondimenti e gli sviluppi relativi alla vicenda.

Di seguito, la trascrizione della telefonata:

Croci: Padre Graziano, ha saputo della notizia?
Padre Graziano: «No».

Croci: Hanno confermato la condanna, hanno rigettato il ricorso. Cosa pensa? Qual è la sua reazione?
Padre Graziano: «Razzismo, non potevo aspettarmi altra cosa. Questo è lo Stato italiano. Io dico quello che so».

Quarto Grado: anticipazioni puntata 22 febbraio

Il programma della rete diretta da Sebastiano Lombardi parte dalla condanna definitiva per Padre Graziano ma si occuperà anche dell’omicidio di Stefania Crotti, la 42enne di Gorlago uccisa da Chiara Alessandri, ex amante del marito della Crotti. Dalla prigione bresciana di Verziano, la Alessandri – alla quale sono stati negati i domiciliari – continua a ribadire di non aver dato fuoco al corpo di Stefania.

[amazon_link asins=’8861908403,B075QCY263,B0168HJ5L8,B00OBQDUUQ,8467046295,B00872J5TU,B0064CPOZ4,B012TRHEZK’ template=’ProductCarousel’ store=’musicaetv-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3fa6b6d7-a0ed-4cbe-aecc-5df002ae032e’]