Sanremo 2019, Il Volo: dieci anni di ‘Musica’ da celebrare tra Festival, album e tour

Si apre con Sanremo l’anno numero dieci della carriera de Il Volo, che il palco dell’Ariston l’ha calcato anche nel 2015 conquistando la vittoria – e l’accesso all’Eurovision – con Grande Amore. Ma la tappa ligure è solo la prima di un lungo anno di appuntamenti che vedranno Gianluca, Ignazio e Piero protagonisti della scena con un nuovo album e un tour mondiale alle porte.

Il trio ha raccontato con entusiasmo questo inizio del decennale ripercorrendo gli ultimi impegni che li ha coinvolti, come il viaggio in Libano presso la base Unifil di Tiro e l’esibizione alla Giornata Mondiale della Gioventù a Panama davanti a Papa Francesco (e un milione di persone). Insomma, si parte col piede giusto.

Ph. Cr. Shipmates

«È stato il modo migliore per iniziare i festeggiamenti del decennale – inizia Piero Barone – Siamo legati a questo Papa rivoluzionario, che si avvicina ai giovani. Non credevamo che ci sarebbe stata tanta affluenza sull’altare e vedere centinaia di migliaia di ragazzi così devoti per noi è stato un grande onore, difficile da spiegare. Trovarci a un metro dal Papa ha scatenato tante emozioni da gestire e non è stato facile. Abbiamo metabolizzato il tutto solo dopo

Concordi, gli fanno eco i colleghi Ignazio Boschetto, «su quell’altare c’era un’energia particolare, al di là della nostra esibizione. Mettere la nostra arte al servizio di Dio è stato davvero bello» e Gianluca Ginoble, «è stato il coronamento di un sogno. Non succede tutti i giorni di cantare davanti al Papa. Il momento più emozionate? Il fatto che Papa Francesco si sia ricordato di noi, che gli avevamo consegnato la nostra Ave Maria.»

Sono trascorsi dieci anni da quando, solisti, si presentavano al grande pubblico televisivo e, da allora, i ragazzi de Il Volo hanno collezionato esperienze in ogni angolo del mondo. La crescita personale di quelli che allora esordivano come tre ragazzini ha preso a braccetto quella artistica dei tre giovani uomini di oggi.

E oggi sono alle porte la seconda partecipazione al Festival di Sanremo con Musica che resta, un nuovo album dal titolo Musica – con cover e inediti – e un tour globale che toccherà Nord e Sud America, Europa e Giappone.

Il Volo 2.0: Musica che resta e l’album Musica

Proprio in merito al brano di Sanremo, i tre artisti raccontano: «Abbiamo 25 anni e vediamo l’amore con un occhio diverso anche solo rispetto a qualche anno fa. In Musica che resta cantiamo il sentimento in modo più maturo. La musica è la colonna sonora di tutte le coppie e sfortunatamente in alcune coppie la musica è proprio l’unica cosa che resta…».

Una bella presa di coscienza, soprattutto se paragonata alle speranze di Grande Amore, il brano che ha vinto all’Ariston nel 2015; come dicono i ragazzi, dobbiamo aspettarci Il Volo 2.0. «Ci rendiamo conto di quello che abbiamo fatto e costruito negli anni – riconosce Gianluca – ma cerchiamo anche di sperimentare senza tradire il nostro percorso e chi siamo.

Il nostro genere, lo sappiamo, prende un certo tipo di pubblico così come sappiamo di essere diversi da molti altri cantanti. Posso anche capire certo pregiudizio verso di noi, ci sta, dipende anche dai gusti personali. Anche fra noi abbiamo gusti diversi. Da parte nostra, siamo fedeli al nostro pubblico ma vogliamo anche ampliare la platea. Credo che questo disco sia un compromesso giusto tra i gusti diversi.»

Non pretendiamo di piacere a tutti. In fondo c’è stata una persona che ha impiegato 2000 anni per riuscirci e oggi è amato dal 20% della popolazione mondiale. (Il Volo)

«Posso aggiungere che la scelta dei brani è la massima espressione dei nostri gusti musicali, di gruppo e singoli. Sicuramente, poi, i concerti e i viaggi ci hanno fatto capire cosa piace al pubblico e cosa il pubblico vuole da noi. È innegabile che fuori Italia amino proprio il bel canto; per questo in ogni disco cerchiamo di differenziare le scelte con omaggi, per esempio, al Sud America o brani pensati per il Nord America. Sono gusti diversi che alla fine rispecchiano anche i nostri», specifica Piero.

Mentre Ignazio chiosa: «In questa evoluzione non abbiamo messo mano solo noi ma dobbiamo ringraziare tutto il team. Grazie alla produzione di Michele Canova e al mixaggio, abbiamo cercato di rendere tutto più fresco, più pop. Credo che il connubio abbia fatto uscire qualcosa di bello.»

Il tour mondiale 2019 de Il Volo

Firmato da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli e Antonello Carozza, Musica che resta è contenuto nel nuovo disco Musica, in uscita per Sony Music il 22 febbraio. L’album sarà presentato dal vivo portante del tour mondiale che porta nuovamente i ragazzi in giro per i continenti a partire dall’Asia, dove il trio è atteso per tre date a Tokyo, due a Yokohama e una a Osaka.

E al Giappone seguiranno, in autunno, Europa, America Latina, Stati Uniti e Canada. Ma l’estate è tutta per l’Italia dove Il Volo festeggerà anche con uno show speciale all’Arena di Verona nel mese di settembre. «L’Arena di Verona è una tappa che fa piacere a tutti gli artisti, regala un’emozione che pochi palchi sanno dare. Sarà un grande onore esserci perché è la location che più si avvicina a quello che siamo noi: un ambiente classico che ha aperto le porte al pop e ad altri generi.»

 E in chiusura non si può non fare un bilancio dei primi dieci anni da trio: «Per convivere dieci anni insieme deve per forza esserci una grande amicizia! Siamo cresciuti, dall’adolescenza a oggi e ci vogliamo davvero tanto bene. E la musica ci fa stare bene. La fortuna di essere in tre, poi, è che ci dividiamo sempre le colpe», concludono i ragazzi. Ma la battuta finale spetta a Piero: «Posso dirlo? Dieci anni sono proprio volati!»

Musica: la tracklist del nuovo album de Il Volo

Musica contiene il brano sanremese Musica che resta insieme ad altri due inediti e otto cover. Ecco la tracklist completa:

  1. Musica che resta (Sanremo)
  2. Vicinissimo (Inedito)
  3. Arrivederci Roma
  4. A chi mi dice
  5. Fino a quando fa bene (Inedito)
  6. People
  7. La nave del olvido
  8. Lontano dagli occhi
  9. Be My Love
  10. La voce del silenzio
  11. Meravigliosa creatura

Sono disponibili anche le versioni speciali del disco fisico Jewel Case e Digipack Hardcoverbook.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *