Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

Dopo aver manifestato il proprio interesse a presentare il progetto Atlantico sul palco del Teatro Ariston e tante voci che si sono rincorse, è arrivata (finalmente) la conferma. Marco Mengoni, infatti, è ospite del 69° Festival di Sanremo, il secondo targato Claudio Baglioni.

La presenza del cantautore di Ronciglione alla kermesse arriva dopo due partecipazioni in gara (nel 2010 con Credimi ancora e nel 2013, vincitore con L’essenziale) e l’ospitata del 2014, e cade a dieci anni dall’avvio della sua carriera. Marco – reduce dalla promozione in Spagna – ha già messo piede a teatro per le prove della sua esibizione con un motivo in più per festeggiare.

Ph. Cr.: BRAINSTORM AGENCYival di

Il singolo Hola (I Say) feat. Tom Walker (non è esclusa anche la sua presenza al festival), è da otto settimane ai vertici delle classifiche radio e digitali e chiude il gennaio 2019 come brano più trasmesso dalle radio nel mese (EarOne). Disco d’Oro FIMI, il brano fa parte dell’ultimo disco Atlantico, già certificato Platino e con oltre 25milioni di stream su Spotify.

Numeri a sei cifre, invece, per le vendite del tour, al via in primavera tra Europa e Italia con in cassa finora 150mila biglietti venduti. Lo show è prodotto e organizzato da Live Nation ed sold out  in diverse date (qui il calendario).

Si aggiorna, così, la lista degli ospiti confermati che vede in elenco – nel momento in cui scriviamo – Eros Ramazzotti, Ligabue, Andrea e Matteo Bocelli, Pierfrancesco Favino, Fiorella Mannoia, Antonello Venditti, Elisa, Giorgia, Alessandra Amoroso e Michelle Hunziker.

297 pensieri su “Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

  1. Buongiorno.
    In effetti si, ho capito che non ho il dono della sintesi, perché dopo tutto quel parlare, mi sono accorta di non aver specificato il motivo per il quale sono andata a vedere i voti. Speravo che, dopo aver visto quella fantastica esibizione, anche i più scettici si sarebbero ricreduti, ma hai ragione tu Moony, meglio lasciar perdere. Si, al concerto di Firenze vengono anche i miei nipotini e mio genero.
    Per quanto riguarda il personaggio, non faccio nomi, perché si tratta solo di una mia impressione, ma un indizio te lo voglio dare, è uno che diverso tempo fa ha rilasciato un’intervista nella quale diceva che, ritenendo chiusa la strada delle esibizioni personali in pubblico, si sarebbe dedicato solo a fare l’autore di canzoni. Ora, se stiamo parecchissimo (alla Pieraccioni) attenti, ce lo ritroviamo anche alle previsioni del tempo. Per carità, uno fa bene a cavalcare l’onda, se gli viene data la possibilità, quello che non mi convince è la trasparenza, qualità che Marco ha da vendere. Se sia o meno amico dell’innominabile non lo so, certo è che, per quello che ho visto anche in passato, è molto presente nei suoi post. Non so se a voi piace, ma non importa, questa è SOLO e sottolineo solo, una mia considerazione
    Già che ci sono, voi che siete così bene informate, mi togliete una curiosità? Perché Gianluca Ballarin non accompagna più Marco alle tastiere? Ho cercato notizie, ma non ho trovato niente; forse è impegnato in tour con qualcun altro?
    Grazie dell’attenzione e buona giornata a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *