Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

Dopo aver manifestato il proprio interesse a presentare il progetto Atlantico sul palco del Teatro Ariston e tante voci che si sono rincorse, è arrivata (finalmente) la conferma. Marco Mengoni, infatti, è ospite del 69° Festival di Sanremo, il secondo targato Claudio Baglioni.

La presenza del cantautore di Ronciglione alla kermesse arriva dopo due partecipazioni in gara (nel 2010 con Credimi ancora e nel 2013, vincitore con L’essenziale) e l’ospitata del 2014, e cade a dieci anni dall’avvio della sua carriera. Marco – reduce dalla promozione in Spagna – ha già messo piede a teatro per le prove della sua esibizione con un motivo in più per festeggiare.

Ph. Cr.: BRAINSTORM AGENCYival di

Il singolo Hola (I Say) feat. Tom Walker (non è esclusa anche la sua presenza al festival), è da otto settimane ai vertici delle classifiche radio e digitali e chiude il gennaio 2019 come brano più trasmesso dalle radio nel mese (EarOne). Disco d’Oro FIMI, il brano fa parte dell’ultimo disco Atlantico, già certificato Platino e con oltre 25milioni di stream su Spotify.

Numeri a sei cifre, invece, per le vendite del tour, al via in primavera tra Europa e Italia con in cassa finora 150mila biglietti venduti. Lo show è prodotto e organizzato da Live Nation ed sold out  in diverse date (qui il calendario).

Si aggiorna, così, la lista degli ospiti confermati che vede in elenco – nel momento in cui scriviamo – Eros Ramazzotti, Ligabue, Andrea e Matteo Bocelli, Pierfrancesco Favino, Fiorella Mannoia, Antonello Venditti, Elisa, Giorgia, Alessandra Amoroso e Michelle Hunziker.

212 pensieri su “Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

  1. @Nonna Manu, benissimo, sono felice che tu abbia deciso di unirti al nostro salottino, ti aspettiamo ogni qualvolta vorrai e potrai compatibilmente con i tuoi impegni 🙂 (e sappi che i papirozzi qui sono sempre molto graditi 🙂 )

    Quanto invidio(in senso positivo)le nonne mengoniane come te e la nostra Graziella che vanno ai concerti con tutta la famiglia, deve essere splendido condividere questa esperienza insieme! 🙂
    Ci saranno pure i nipotini? Spero di sì, mi sembrano già ben avviati a diventare potenziali fan 😀
    E mi auguro che riusciate a partecipare ad entrambi i concerti fiorentini…chissà, magari ci sarà l’occasione di conoscerci di persona, dato che se le cose andranno secondo i piani dovrei esserci anch’io 😀

    Riguardo al discorso certificazioni, stando alle ultime stime il doppio platino di Atlantico non dovrebbe essere lontano 😉

    Tornando invece alla faccenda dell’innominabile, forse sono stata io a spiegarmi male poiché non ho minimamente pensato che tu avessi potuto consultate il sito di Dagospia per controllare ciò che il tizio aveva scritto, bensì intendevo che a mio parere il fatto che si sia ridotto a scrivere su un sito del genere(che seppure sia molto frequentato per me rimane spazzatura)la dice lunga su come stia messo sotto l’aspetto professionale.
    So che la sua mancanza totale di rispetto fa montare il sangue alla testa, ma credimi, purtroppo non c’è verso né di zittirlo e tantomeno di indurlo a cambiare idea; ho assistito in prima persona a lunghissime ed accese discussioni sul suo profilo Facebook con fan di Marco(che conosco direttamente e che non sono certo tipe da farsi intimidire, anzi)che hanno sprecato ore a battibeccare con lui senza cavare un ragno dal buco…é una battaglia contro i mulini a vento, se si prova ad argomentare e ad intavolare un confronto civile ti aggredisce e ti insulta, se ci si abbassa al suo livello ti insulta ancora di più e vince facile e allora l’unica é lasciarlo perdere perché veramente da una lite con lui non se ne esce ed é proprio questo che vuole e perfidamente ricerca, cioè attirare i sostenitori di coloro che denigra tramite le sue provocazioni per poi sfogare le proprie frustrazioni in dibattiti senza costrutto e tesi soltanto a demolire l’oggetto delle sue critiche.
    Mi spiace tantissimo che ci sia gente che gli dà ancora retta, ma temo che non possiamo farci nulla se non provare ad arginarlo ignorandolo cosicché le sue parole evitino di raggiungere quantomeno i luoghi virtuali dove leggono gli estimatori come i gruppi, le pagine fan o la BU.
    Un’ultima cosa: scusami, ma ho un attimo perso il filo sul discorso della persona che proverebbe gusto a sentire parlare male di Marco, se ho capito bene si tratterebbe di un artista amico dell’innominabile?
    Grazie in anticipo per il chiarimento e buonanotte a te e a tutti.

  2. Buongiorno! Ahahahah Nonna Manu hai ragione, quando mi parte la chiacchiera anche io mi cimento in dei bei papirozzi! 😀
    Scrivi pure quando puoi e vuoi, noi siamo solo contente di questo 🙂 .
    Che bella famiglia mengoniana, bravi!!!

Lascia un commento