Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

Dopo aver manifestato il proprio interesse a presentare il progetto Atlantico sul palco del Teatro Ariston e tante voci che si sono rincorse, è arrivata (finalmente) la conferma. Marco Mengoni, infatti, è ospite del 69° Festival di Sanremo, il secondo targato Claudio Baglioni.

La presenza del cantautore di Ronciglione alla kermesse arriva dopo due partecipazioni in gara (nel 2010 con Credimi ancora e nel 2013, vincitore con L’essenziale) e l’ospitata del 2014, e cade a dieci anni dall’avvio della sua carriera. Marco – reduce dalla promozione in Spagna – ha già messo piede a teatro per le prove della sua esibizione con un motivo in più per festeggiare.

Ph. Cr.: BRAINSTORM AGENCYival di

Il singolo Hola (I Say) feat. Tom Walker (non è esclusa anche la sua presenza al festival), è da otto settimane ai vertici delle classifiche radio e digitali e chiude il gennaio 2019 come brano più trasmesso dalle radio nel mese (EarOne). Disco d’Oro FIMI, il brano fa parte dell’ultimo disco Atlantico, già certificato Platino e con oltre 25milioni di stream su Spotify.

Numeri a sei cifre, invece, per le vendite del tour, al via in primavera tra Europa e Italia con in cassa finora 150mila biglietti venduti. Lo show è prodotto e organizzato da Live Nation ed sold out  in diverse date (qui il calendario).

Si aggiorna, così, la lista degli ospiti confermati che vede in elenco – nel momento in cui scriviamo – Eros Ramazzotti, Ligabue, Andrea e Matteo Bocelli, Pierfrancesco Favino, Fiorella Mannoia, Antonello Venditti, Elisa, Giorgia, Alessandra Amoroso e Michelle Hunziker.

297 pensieri su “Sanremo 2019: Marco Mengoni ospite per i dieci anni di carriera

  1. Buonasera ragazze,
    non potete neanche immaginare quanto mi ha fatto piacere leggere le vostre parole, ora però sono problemi vostri, una volta preso coraggio chi mi ferma più? Naturalmente scherzo, anche perché non sono più in grado di scrivere pensieri e parole senza prima ponderare per benino e il tempo che ho a disposizione può essere poco o tanto, essendo impegnata (con l’aiuto di mio marito) con i miei nipotini di sette e undici anni dal lunedì al venerdì. Vedrete che vi tedio prevalentemente di sera, oppure durante il fine settimana.
    Ora vi rispondo in base all’argomento per il quale ho esordito, intervenendo per la prima volta in queste conversazioni:
    Moony, scusa se insisto, lo avevo anticipato che prevedevo la vostra reazione, ma voglio chiarire meglio il mio pensiero: è questione di RISPETTO, rispetto per le persone come noi, rispetto per le persone che si sono alzate in piedi per tributare a Marco l’omaggio che si merita ogni volta che si esibisce, in qualsiasi contesto. Non mi sono spiegata bene, io non ho consultato il sito Dagospia per vedere i voti che l’omino ha attribuito, ma mi sono incuriosita vedendo lo spazio che gli viene concesso, perché questo sito, checchè se ne dica, è frequentatissimo e mi disturba non poco il fatto che tante persone prendano per oro colato ciò che blatera (mia figlia la pensa come voi, fregatene, mi dice, ma a me fa incavolare lo stesso). Quindi ho guardato il profilo Facebook dell’innominabile; come sapete i profili che sono pubblici possono essere consultati anche da chi non è iscritto, lì ho visto i commenti e vi posso assicurare che ci sono molti personaggi ai quali non sembra vero di farsi intervistare e fotografare insieme a lui. E qui rispondo anche a Zin: si lo so che dice peste e corna anche di altri, ma fra quelli che si stanno reciprocamente simpatici ce ne sta uno al quale secondo me non sembra vero di vedere denigrare Marco. Spero solo di sbagliarmi.
    Con questo ho finito.
    Per quanto riguarda le questioni mengoniane, anche io sono contentissima della nuova certificazione, anche se, non lo nascondo, avrei preferito il secondo platino per l’album, che ritengo il migliore in assoluto di Marco. Tanta stima per questo giovane uomo che a un certo punto ha detto a tutti: bene, fino ad ora ho cantato quello che volevate per vendere più possibile, ora faccio un po’ a modo mio, venderete un po’ meno, ma questo sono io!!!!!
    Io abito nei pressi di Firenze e i biglietti per il 21 maggio li ha presi mia figlia due minuti dopo che ne è stata rilasciata la disponibilità, ne abbiamo per tutta la sua famiglia, per me e mia cognata, ma stiamo pensando seriamente anche alla data del 22. La mia nipotina di sette anni mi canta in continuazione “La casa Azul”, sa che insieme a “La ragione del mondo” è la mia preferita (però anche Everest, Hola……) e lei la conosce a memoria quasi da subito, compresa la parte in spagnolo, il maschietto di 11 invece è un po’ più acerbo, ma sulla buona strada, a lui piace Hola.
    Scusate, ho fatto un papirozzo alla Moony, ma anche Zin ultimamente non scherzava…….
    Buonanotte a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *