Sanremo 2019: alla conduzione Claudio Bisio e Virginia Raffaele con Baglioni, le serate

[CS] Una sola categoria e ventiquattro sfidanti per l’edizione numero 69 del Festival di Sanremo. Questa la principale innovazione fortemente voluta dal Direttore Artistico Claudio Baglioni per la gara che appassionerà gli italiani dal 5 al 9 febbraio su Rai1 e Radio2.

Sul palco del Teatro Ariston ci saranno infatti i 22 Artisti scelti dalla Commissione musicale oltre ai 2 vincitori di Sanremo Giovani, che nelle serate del 20 e 21 dicembre hanno conquistato il passaporto per il concorso di febbraio.

Saranno la vis comica, dolceamara e spesso surreale, di Claudio Bisio, e la poliedricità del multiforme talento di Virginia Raffaele, a formare – insieme a Claudio Baglioni, per la seconda volta al timone della più importante rassegna musicale italiana – il terzetto dei conduttori delle cinque prime serate di Rai1.

Definito da Claudio Baglioni un “evento musicale e spettacolare raccontato dalla televisione”, il Sanremo di quest’anno propone un cast di Campioni scelto, privilegiando i candidati che avessero un’identità artistica e un percorso professionale riconosciuti e riconoscibili, come interpreti musicali.

I Campioni in gara parteciperanno con 24 canzoni inedite e si esibiranno tutti nella prima serata (5 febbraio) del Festival. Nelle due successive (6 e 7 febbraio) i Campioni interpreteranno, di nuovo, i propri brani in gruppi da 12.

Nella quarta Serata (8 febbraio) i 24 Artisti – reinterpreteranno le proprie canzoni in gara, in versione rivisitata o con diverso arrangiamento musicale, ognuno insieme ad un artista Ospite. Nella quinta Serata – la serata finale (9 febbraio) nuova interpretazione -esecuzione delle 24 canzoni in gara da parte dei 24 Artisti.

Sarà il festival dell’armonia. Le canzoni sono musica da fanteria, un’arte povera, ma riescono laddove tante altre cose non ce la fanno: creano una memoria, sono come dei profumi e noi cerchiamo di salvaguardarle.  [Claudio Baglioni]

Confermi sul palco del Teatro Ariston in veste di ospiti Andrea Bocelli con il figlio Matteo, Giorgia e Elisa. Rivedremo anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, la “strana coppia” già al timone di Sanremo Giovani 2018, ma cosa faranno è ancora top secret.

«Al momento non ci sono ospiti non italiani. Avremo due ospiti cantanti a serata – spiega il direttore artistico Claudio Baglioni -. Se ci saranno ospiti comici? Sono molto in imbarazzo – rivela – Avendone già due, non vorrei che loro si arrabbiassero. Posso chiamare degli ospiti comici?», chiede ai due conduttori.

PRIMAFESTIVAL DOPOFESTIVAL

Anche quest’anno torna il PrimaFestival, il notiziario flash sui temi caldi che animeranno la 69ᵃ edizione del Festival di Sanremo. Tutti i giorni a partire dal 25 gennaio e subito dopo il Tg1, il PrimaFestival ci accompagnerà in pieno clima sanremese con notizie curiose, interviste a caldo e gossip esclusivi sui cantanti in gara, gli ospiti e i conduttori che si alterneranno sul palco dell’Ariston.

E dal 4 febbraio per tutta la settimana del festival, ancora più notizie, più curiosità e più rumors, a pochi minuti dall’inizio dello show. Tutto questo nell’unico programma televisivo all news interamente dedicato al Festival di Sanremo. Gli autori del programma sono Walter Santillo e Carmelo La Rocca, la regia è di Carlo Flamini.

Il DopoFestival 2019, in diretta dal Teatro del Casinò, renderà omaggio alle stelle della musica e alle canzoni dell’Ariston. E cielo, stelle e luna saranno non solo al centro di una rinnovata scenografia ma parte integrante di un programma che farà del racconto poetico e di un’ironia stralunata la propria cifra.

©_ANGELO_TRANI

A trasportarci in questo mondo ci sarà Rocco Papaleo che insieme a una band musicale accoglierà gli artisti protagonisti del Festival giocando con loro, intervistandoli e coinvolgendoli in cameo musicali dove si esibirà lui stesso.

Ad accompagnare Rocco ci saranno due presenze femminili, di eleganza e fascino complementari, ognuna a rappresentare due anime diverse di quello che, in omaggio ai Pink Floyd, quest’anno è il sottotitolo del Dopo Festival: The Dark Side of Sanremo.

 

Lascia un commento