Quella ‘Kanaglia’ di DrefGold presenta il nuovo album: «La mia musica per immagini»

Con l’aria allampanata di un Bugs Bunny Anni Duemila e lo spirito del rap ad animarlo, il bolognese Elisa Specolizzi in arte DrefGold pubblica il suo primo album, Kanaglia (BHMG/ Island Records), in formato fisico e digitale dal 6 luglio. Lui, pupillo di Sfera Ebbasta con cui è stato il primo artista a firmare, dice di aver lavorato molto per immagini più che costruendo  contenuti, ispirandosi a un’estetica che trova conferma anche nella copertina del disco.

A produrre le undici tracce è Daves the Kid, che affianca il ventunenne bolognese anche in conferenza stampa. Ma perché Kanaglia e perché Bugs Bunny come totem di riferimento, viene da chiedere a DrefGold come prima domanda? «Kanaglia sono io – risponde – è un nome con il quale mi definisco ormai da anni e nel quale col tempo mi sono sempre riconosciuto tanto che è diventato anche il nome della mia prima crew. E Bugs Bunny fisicamente è un po come me: sempre sul chi va là ma anche canaglia… mi sono rivisto in lui.»

Ovviamente, dietro all’album c’è anche lo zampino di Sfera Ebbasta, tra l’altro unico featuring in tracklist in una sorta di riconoscimento artistico reciproco. «Sfera ha iniziato a seguirmi su Instagram – racconta Dref – e a mettere like alle foto senza che ci conoscessimo. È nata un’amicizia 2.0 e da questo rapporto virtuale, grazie anche a Charlie Charles, ci siamo conosciuti; da lì è partito anche un rapporto professionale.

Per me è un motivo di orgoglio ma allo stesso tempo sono consapevole che siamo in un business, quindi dopo di me il roster verrà certamente ampliato. Personalmente, ho sempre fatto musica ma quando ho iniziato a lavorare con lui è diventato tutto così virale.» (qui il video, sul nostro canale IGTv)

E complici del boom, senza dubbio, sono state proprio le collaborazioni con Sfera e Capo Plaza, di cui il trapper confida che «Le cose sono arrivate, in realtà, tutte così semplicemente, sia Sciroppo sia con Tesla. Non mi sono neanche accorto che fossero canzoni a tale livello ma ora capisco che ci abbiano creato attesa per questo album…»

Meno spaccone nei modi di quanto non lo sia il suo mentore ma ugualmente up to date nello stile, DrefGold ha iniziato a fare musica alle scuole medie, in una Bologna dove «il rap è sempre stato fatto di rime iper incastrate metricamente. Andando avanti ho capito che fare qualcosa di semplice e originale alla fine è vincente. La semplicità vince: per questo anche nel disco le parole sono semplici così come gli argomenti che arrivano ai più giovani ma restano in testa.»

Dalla seconda media ho sempre scritto, non ho mai smesso mai anzi scrivo come un pazzo.
Quando scrivo penso a come stanno bene le parole fra loro: è come abbinare i colori quando ci si veste.

Se gli si chiede una descrizione dei suoni, invece, spiega: «Oggi nella Trap mondiale c’è una wave in cui ritornano suoni acquosi e molto liquidi. La nostra wave? Fare musica che possa arrivare viralmente a tante persone ma allo stesso tempo rimanga entro una serie di immagini e argomenti che fanno riferimento al nostro immaginario trap. Ma penso anche che una canzone, per essere, una hit non ha bisogno necessariamente di seguire dei canoni. »

Dopo gli appuntamenti instore («sono carico, sarà una situazione dove metterò a fuoco anche tutte le facce di chi mi segue»), DrefGold sarà dal vivo con un tour, di cui anticipa: «Non vedo l’ora di fare live, per la prima volta saranno proprio i miei concerti e so già che alle prime canzoni sarò in sbatti….

Gli show estivi saranno un bell’assaggio dei concerti invernali. In estate saranno live brevi in cui farò leva sulle tracce che il pubblico già conosce e quelle più forti del disco (aspetto anche di vedere il riscontro dello streaming). Il tour autunnale, invece, sarà più organizzato anche con una serie di visual.» Visual che, da videomaker, ha già focalizzato nella sua mente.

DrefGold – Kanaglia: instore e tour live

Da venerdì 6 luglio DrefGold presenta Kanaglia nelle principali città italiane:

  • 6 luglio – Varese, Varese dischi ore 15 e Milano, Mondadori Duomo ore 18
  • 7 luglio – Genova, Feltrinelli ore 15 e Torino, Feltrinelli ore 18
  • 8 luglio – Bologna,Mondadori ore 15 e Modena, Mondadori ore 18
  • 9 luglio – Roma, Discoteca laziale ore 15 e Frosinone, Mondadori ore 18
  • 10 luglio – Salerno, Feltrinelli ore 15 e Napoli, Feltrinelli ore 18
  • 11 luglio – Bari, Feltrinelli ore 15 e Lecce, Feltrinelli ore 18
  • 12 luglio – Padova, Mondadori ore 15 e Mestre, Feltrinelli ore 18
  • 13 luglio – Monza, Feltrinelli ore 15 e Saronno, Mondadori ore 17
  • 15 luglio – Firenze, Galleria del disco ore 14:30 e Massa, Mondadori ore 18
  • 16 luglio – Catania, Feltrinelli ore 15 e Messina, Feltrinelli ore 18
  • 17 luglio – Palermo, Mondadori ore 16
  • 18 luglio Cagliari, Feltrinelli ore 16
  • 19 luglio – Alghero, Mondadori ore 16

Questo, invece, il calendario del Kanaglia Summer Tour:

  • 4 agosto – Marina di Ravenna (RA), Touchè Santafè
  • 10 agosto – LatinaOmbelico disco
  • 15 agosto – Gallipoli (LE),Sottosopra Fest
  • 19 agosto – Taranto, Monkey Island
  • 22 agosto – San Benedetto del Tronto (AP), Discoteca La Terrazza BB
  • 23 agosto – Riccione (RN), Deejay Onstage

 [amazon_link asins=’B07DTCHH34,B07DJMXCJC,B078WG2YFP,B07C9MJXBF,B07DB3F7M7′ template=’ProductCarousel’ store=’musicaetv-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5ee1a764-7fa8-11e8-97d8-f3cc6aa2af5c’]