Samuel e Mannarino insieme nel singolo ‘Ultra Pharum’ nato a bordo del RedBull Studio Mobile

Si intitola Ultra Pharum ed è il primo singolo che vede insieme Samuel Mannarino, da lunedì 12 marzo su tutte le piattaforme digitali. Scritto e registrato a bordo del RedBull Studio Mobile, il brano ha preso forme lungo la costa di Castellammare del Golfo, in Sicilia, dove Samuel ha scelto di portare lo studio invitando il collega Mannarino.

«Poter andare a scrivere una canzone di fronte al mare è un sogno che si avvera – ha raccontato l’artista torinese – è esattamente come stare in uno studio vero, la differenza è che quando esci da quella porta ti trovi di fronte ad uno scenario che hai scelto tu.

Portare la musica in mezzo alla vita ti aiuta ancora di più a portare la vita nella musica, perché chi scrive canzoni racconta la vita degli esseri umani. Alessandro [Mannarino, ndr] è un artista che ha saputo trasportare lo spirito della canzone italiana all’interno di ritmi provenienti da tutto il mondo. Appartiene ad un mondo molto diverso dal mio e volevo confrontarmi con lui proprio per questo.

Cercare i linguaggi possibili tra le nostre differenze. Ho scelto di scrivere in Sicilia luogo di scambio tra etnie diverse che nel tempo ha generato una stratificazione culturale. Terra molto stimolante per creare.» Questi i presupposti da cui è nata la traccia Ultra Pharum scritta a quattro mani, come punto di congiunzione tra i due cantautori.

«All’inizio c’è sempre la paura che la tua identità venga minata dall’altro, di perdere ciò che è tuo – ha commentato Mannarino – l’incontro è perdere qualcosa di tuo, ma è anche acquistare qualcosa che non avevi.» E a testimoniare la genesi della canzone contaminata, che nel nome rende omaggio all’antico nome della Sicilia, terra “oltre il faro”, è il documentario su www.redbull.com.

Nella registrazione sono state coinvolte anche persone incontrate sul posto, dalla cantante siciliana Benedetta di Pasquale, al coro senegalese “la mano di Francesco” oltre a comparse locali. Ne è nata, così, una canzone che racconta nella sua stessa natura l’incontro tra diversità, per dare vita a un linguaggio di confronto e tolleranza.

Ultra Pharum – Testo

Oro, oro nero
oro di carne viva
Nascosto dentro la stiva
Senti l’oro come cospira
Che l’oro era come loro
Prima della deriva
Poi uno sguardo solo
Mille colpi di mitra
Sta tranquilla ti ritroverò
In questa o in un’altra vita

J’ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour (x2)
Le distanze le diseguaglianze
I linguaggi possibili tra le differenze
Les filles rêvent l’amour
Il modo in cui il mondo risuona d’immenso
Et quand elles boungent
L’universo è diverso ma ha un senso
Les cheveux, change le vent

J’ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour (x2)

Oro, oro nero, oro biondo
Oro vagabondo
Guarda l’oro come si perde
Per le vene aperte del mondo
Oro pagato piombo, oro pagato a vista
Scritta d’oro sulla statale imperialista
Prima del muro c’è un’ultima uscita
Sarai l’oro colato dalla ferita
Più bella della mia vita

Sila bok waye
Wala bok
Damaye tok
Gor Dioguoye
Déf si khol bagne sa war
Boum – milli milliard

J’ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour (x2)

Oro de mina
Oro de letrina
Mira el oro como camina
Por las calles perdidas
Mire el oro como se olvida
(Le distanze)
Que el oro es nacido oro
(I linguaggi possibili tra le differenze)
Antes de la herida
(Il modo in cui il mondo risuona d’immenso)
Cara de oro desconocida
(L’universo è diverso ma ha un senso)
Tesoro della mia vita

J’ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour (x2)

La nuit, sans ton amour (x2)
J’ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour