Moby: fuori il nuovo singolo ‘Like a Motherless Child’, album dal 2 marzo 2018

Nel giorno di pubblicazione del nuovo singolo Like a Motherless Child Moby annuncia anche il nuovo album, Everything Was Beautiful And Nothing Hurt in uscita il 2 marzo 2018. Il progetto di inediti dell’artista è un racconto post-apocalittico che prende forma in in tempo in cui il Divino ha ormai abbandonato l’uomo.

La vita come la conosciamo ha smesso di esistere.

Una tempesta infuria dall’alto, gettando un’ombra senza fine che soffoca il volto di un mondo un tempo vibrante. La somma delle scelte sbagliate e degli errori di un’epoca si fondono a creare un’oscurità quasi fisica. È opprimente. Soffocante.

Ma nella periferia … un bagliore. Fievole ma scintillante. Un po’di grazia non ancora spenta.

Moby isola l’individuo ed esplora le scelte distruttive che ha compiuto lungo il percorso, scelte che nonostante tutto meritano anche compassione. Possiamo trovare ancora la bellezza? Moby parla della controversa relazione spirituale dell’uomo.

La trama musicale di questa narrazione si muove ispirandosi al trip-hop, al soul americano e al gospel su cui si innesta la poesia di W.B. Yeats. Non a caso ben due dei titoli dei brani dell’album sono tratti dalla poesia di Yeats The Second Coming.

In ogni canzone di Everything Was Beautiful and Nothing Hurt Moby ha lasciato qualcosa di imperfetto, sbagliato o mancante. Proprio come fanno i tessitori di tappeti mediorientali che intenzionalmente incorporano le imperfezioni nei loro manufatti: sono il simbolo che l’unica perfezione nella vita sia il Divino. Everything Was Beautiful And Nothing Hurt  è stato registrato nello studio della camera da letto di Moby a Los Angeles durante la primavera e l’estate del 2017.

[amazon_link asins=’B077TWBF7L,B00000JCXD,B000024HFF,B072P2JC43,B0007P0ODQ’ template=’ProductCarousel’ store=’musicaetv-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d7da26b1-de99-11e7-bac9-1194fca4a188′]