Umberto Tozzi chiude il 2017 con il disco live ‘40 Anni che Ti Amo in Arena’: «Sul palco si torna ragazzi»

«Sono felice di questo lavoro, è un oggetto importante per la qualità e per la fortuna di aver ritrovato grandi amici che hanno collaborato con me durante la mia carriera». L'”oggetto” di cui Umberto Tozzi parla è il cofanetto 40 Anni che Ti Amo in Arena, l’album live che raccoglie le registrazioni del concerto che ha visto l’artista sul palco dell’Arena di Verona lo scorso 14 ottobre con tanti amici e colleghi.

La serata – che, causa slittamento per motivi di salute, era stata posticipata rispetto alla pianificazione originaria – «è stata un evento speciale – ha continuato Tozzi – che un anno fa non avrei mai pensato di poter organizzare. È nato tutto un anno fa, per caso. E da questo punto di vista, la vita mi ha insegnato che tante cose succedono per caso ed è anche per questo motivo che la gente ha colto il live per quello che voleva essere: una festa

A celebrare questo quarantennale in quel di Verona, come ogni festa che si rispetti, sono accorsi coloro che in questi decenni hanno lavorato con Umberto segnandone il percorso artistico e personale.

Hanno risposto all’appello da Al Bano a Fausto Leali, da Marco Masini, RafEnrico Ruggeri Gianni Morandi a riformare l’indimenticabile trio sanremese di Si può dare più. Assente alla data in Arena, ma presentissima in questo anniversario, la popstar Anastacia, con cui Tozzi ha duettato proprio sulle note della hit “festeggiata” Ti Amo.

Lo show ha fatto rivivere alcuni dei successi del repertorio del musicista, coinvolgendo ogni ospite in una serie di momenti amarcord che hanno attraverso gli anni, Festival ed Eurovision compresi.

E l’emozione è serpeggiata sia tra il pubblico sia dietro le quinte: «Il momento più emozionante per me? – ha confessato TozziQuando si è emozionato Gianni Morandi! Ho sentito che all’uscita sul palco era teso e se era emozionato lui la cosa era davvero seria! In quella circostanza l’ho sentito davvero impegnato, ha dovuto sciogliersi dopo il primo verso che ha cantato. Non lo avevo mai visto così e devo dire che lo conosco piuttosto bene… Ogni volta salire sul palco è una grossa emozione che ci fa tornare ragazzi.»

Ogni album di un artista che abbia una carriera importante alle spalle è sempre un momento di bilanci. E Tozzi non si sottrae a una sua personale valutazione della musica di ieri e di oggi: «Oggi manca un mondo che non esiste più intorno a noi, quando tutto quello che ci circondava ci stimolava con un sacco di idee e ci spingeva a rischiare.

Chi fa musica incorre sempre nel rischio e, per questo, tutti quelli che fanno arte andrebbero premiati: hanno il coraggio di confrontarsi con questo mondo. Rispetto al passato è cambiato tanto: oggi non esiste più quel mondo e non dipende solo dal talento, ma anche dalla fortuna di chi ci stava attorno. Le pagine di musica italiana da Battisti in poi sono documenti bellissimi.»

Ph. Cr.: Dino Buffagni

Ma lo sguardo indietro non impedisce certo di guardare avanti e il 2018 di Tozzi si preannuncia già intenso, con un nuovo tour in preparazione: «Chiudo questo anno con un bel progetto e ne ho già altri in mente che spero di realizzare. Il tour teatri avrà tante sorprese, ma di sicuro vorrei sviluppare il mio repertorio in acustico e portare sul palco almeno un paio di inediti prima di registrarli.»

Visti i tempi, poi, la conferenza stampa non può chiudersi senza un parere sul prossimo Festival di Sanremo e sulla direzione artistica di Claudio Baglioni: «Baglioni ha orecchie buone, finalmente una persona competente alla guida di Sanremo! Con il gusto musicale che ha, Claudio può far davvero emergere i talenti e spero che il Festival proponga un po’ di musica nuova, veramente. Penso che Sanremo debba essere per i giovani e spero davvero ce ne siano di forti perché negli ultimi anni, dal punto di vista musicale, a mio parere il festival è stato qualitativamente basso.». Così ha parlato tozzi.

40 Anni che Ti Amo in Arena: la tracklist e le date del tour 2018

Ecco che cosa contiene il cofanetto 40 Anni che Ti Amo in Arena:

CD1

  1. Intro, Notte Rosa
  2. Ti Amo
  3. Gli Altri siamo noi
  4. Si può dare di più con Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri
  5. Dimentica Dimentica con Enrico Ruggeri
  6. Medley (Roma Nord/Se non avessi te/Gli Innamorati)
  7. Sound of Silence
  8. Una bambolina che fa no no con Al Bano
  9. Nel Sole con Al Bano
  10. Medley (Lei/Qualcosa qualcuno/Dimmi di no)

    Ph. Cr.: Dino Buffagni

  11. Immensamente
  12. Gente di Mare con Raf
  13. Infinito (Raf)
  14. Self Control con Raf

CD2

  1. Donna Amante Mia
  2. Io Camminerò con Fausto Leali
  3. Vita con Fausto Leali
  4. Medley (Tu sei di me/Perdendo Anna)
  5. T’Innamorerai con Marco Masini
  6. Caro Babbo (Marco Masini)
  7. Io Muoio di te
  8. Medley (Stella Stai/My Sharona/Un corpo e un’anima)
  9. Tu
  10. Gloria
  11. Finale Gloria Arrangiamento London Symphony Orchestra
  12. Ti Amo con Anastacia

Dopo l’evento all’Arena, Umberto Tozzi torna dal vivo con un nuovo spettacolo nei teatri italiani a partire da domenica 11 febbraio 2018. Umberto Tozzi sarà accompagnato sul palco da una band formata da Raffaele Chiatto (chitarre), Gianni D’Addese (tastiere) Giambattista Giorgi (basso), Gianni Vancini (sax), Elisa Semprini (violino) e Riccardo Roma (batteria).

I biglietti sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it, www.concerto.net e www.umbertotozzi.com. RTL 102.5 è radio partner del tour.  Ecco il calendario del tour (Concerto Music / Momy Records):

  • 11 febbraio Parma, Teatro Regio
  • 25 febbraioCremona, Teatro Ponchielli
  • 26 febbraioTorino, Teatro Regio
  • 1 marzo – Genova, Teatro Politeama
  • 3 marzoVenezia,Teatro Goldoni
  • 9 marzoFirenze, Teatro Verdi
  • 13 marzo Milano, Teatro degli Arcimboldi
  • 8 aprileFerrara, Teatro Comunale
  • 11 aprile – Roma, Teatro Olimpico
  • 20 aprileBergamo, Teatro Creberg
  • 23 aprileBologna, Teatro Duse
  • 26 aprile – Torino, Teatro Regio

Questi, invece, gli appuntamenti all’estero:

  • 12 gennaioOostende, Kural
  • 13 gennaioHasselt, Ethias Theater
  • 15 gennaio – Amsterdam, Theater Carré
  • 6 e 8 febbraioZurigo, Kaufleuten Klubsaal
  • 9 febbraioGinevra, Theatre Du Leman
  • 20 febbraio – Praga, Kongrsove Centrum

[amazon_link asins=’B07795P8WZ,B06WWC16WB,B015TK7HYC,B06XGWJDT4′ template=’ProductCarousel’ store=’musicaetv-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ef35a441-d394-11e7-bc80-b561e780267c’]