Incontro con J-Ax & Fedez e Sergio Sylvestre: dal beat firmato Major Lazer ai nuovi progetti

E ancora un’altra estate arriverà… si apre così uno dei ritornelli più iconici degli ultimi anni, ma quando J-Ax & Fedez sono sul palco sembra sempre estate. L’occasione per rivederli on stage – dopo un’estate live – è l’evento che sigilla il progetto Tuborg Open, iniziativa che ha coinvolto tutti i Paesi in cui il marchio è presente.

Con l’intendo di interpretare lo spirito dei giovani attraverso la musica, Tuborg ha chiamato a sé i top producer Major Lazer. A loro il compito di firmare un beat, che ogni, dalla Russia alla Cina fino all’Italia, avrebbe riempito trasferendoci la propria cultura e le proprie ispirazioni musicali.

E così il Belpaese ha puntato tutto sul duo J-Ax & Fedez che ha curato la produzione del singolo Turn It Up per Sergio Sylvestre. Insieme all’evento di Tuborg Open, gli artisti hanno regalato uno show energetico dopo il dj-set firmato da Max Brigante. Proprio in occasione del live che si è svolto all’Alcatraz di Milano venerdì 6 ottobre, abbiamo avuto modo di fare quattro chiacchiere con i protagonisti; ecco l’intervista.

J-Ax & Fedez: il progetto con Sergio Sylvestre e i prossimi impegni

 

Allora, ragazzi, gli ultimi mesi vi hanno visto parecchio impegnati. Oltre ai vostri progetti discografici è arrivata anche l’iniziativa di Tuborg Open: che esperienza è stata?
J-Ax Per me è stato molto divertente; adoro lavorare con la lingua inglese perché non mi capita spesso e sono felice che si siano combinati un po’ di fattori. Avevo appena finito la mia esperienza televisiva ad Amici in cui ha vinto Sergio e sapevo che era il personaggio perfetto per questo tipo di progetto, con la sua voce potente. Abbiamo fatto un pezzo che secondo me si rifà al pop contemporaneo ma abbiamo voluto citare anche cose più old come Lionel Richie e fare un po’ di cultura musicale dentro quel brano. Sono contento perché questo lavoro mi ha dato l’opportunità di fare il producer di qualcun altro.

Fedez Ale ha lavorato di più sul testo perché il mio inglese non è al suo livello! Io invece, siccome ho velleità di voler fare anche il produttore, mi sono concentrato sulla base. A noi è arrivato un loop, che è quello che si sente all’inizio, senza drop, senza niente. La traccia finale è completamente diversa. Lavorare con il team Major Lazer è stato incredibile perché sono tra i produttori che hanno rivoluzionato la musica elettronica come minimo negli ultimi sette anni. L’idea era quella di non inseguire il trend delle EDM di quel momento, cioè non volevamo fare il classico drop con le voci filtrate che diventano un synth. Abbiamo preferito fare una cosa più personale.

Sergio È stata un’esperienza bellissima perché lavorare con Ax e Fedez è stato divertente; mi hanno sempre portato in studio con loro, dedicandomi molto tempo. Per me, che sono un artista nato da poco, lavorare con i Major Lazer e avere a che fare con il loro repertorio è stato molto bello. Da anni cercavo qualcosa del genere, quindi sono grato a Fedez e Ax per avermi dato quest’opportunità.

Come è stato produrre un brano per altri? In che modo avete lavorato?
Fedez Avevamo già prodotto brani per altri, ma in questo caso siamo entrati proprio nel merito e nello specifico abbiamo fatto tutto noi. In linea di massima, avendo noi già un’etichetta, mettiamo sempre la nostra opinione nell’artistico quindi non è stato un lavoro troppo lontano da quello che già facevamo.
J-Ax Noi di solito lavoriamo con dei produttori che dirigiamo noi. Quindi, alla fine, si conoscono i quei nomi ma magari non viene fuori il nostro intervento artistico. È sempre un lavoro che si fa insieme al producer, ma in questo caso siamo stati noi stessi esplicitamente a produrre.

Si è detto che l’intento del progetto era personalizzare un beat con la propria cultura : perché, allora, non un pezzo in italiano?
Fedez Avremmo anche potuto fare un pezzo in italiano ma ci suonava più carino farlo in inglese, in verità non sappiamo neanche noi il perché… non lo abbiamo preso in considerazione.
J-Ax In fondo il progetto si chiama Tuborg Open e quindi abbiamo proposto un brano inglese. Se si fosse chiamato Tuborg aperto forse l’avremmo fatto in italiano!

Avete altre collaborazioni in vista?
J-Ax Guarda, nel nostro caso è già stato difficilissimo far entrare nostri due ego nella stessa stanza… Se ne aggiungi un altro nell’universo!

Avete un’etichetta insieme, di quale lavoro andate più fieri sino ad ora?
Fedez Io ho sempre avuto questa passione: scrivo canzoni, però mi piace lavorare nella Music Industry gestendo e seguendo artisti. Sono molto orgoglioso di come abbiamo portato avanti la nostra società in questi anni, a partire dal progetto Rovazzi. Abbiamo preso un ragazzo con una grandissima creatività e l’abbiamo portato in un mondo che non era il suo. Fabio fondamentalmente lavorava nel mondo visual e video e aveva maggiore interesse nel cinema piuttosto che nella musica. Con le sue capacità è riuscito a mettere a segno tre canzoni di successo di cui una in collaborazione con Gianni Morandi. Quindi noi siamo contenti di aver portato avanti un progetto su cui nessuno avrebbe scommesso
J-Ax Siamo contenti soprattutto di aver messo una macchia sulla carriera di Gianni Morandi! (ridono, ndr)

Nel mondo della musica rap, quali sono i giovani che vi piace ascoltare?
Fedez Beh, tra i giovani rapper mi piace molto lowlow per il suo modo di scrivere.
J-Ax Mi piace Fedez… (ride, ndr) Seriamente, faccio prima a dirti quelli che non mi piacciono ma poi si creano problemi. Però credo che le nuove generazioni siano molto in gamba. Ascolto, per esempio, Ghali, Tedua e la Dark Polo Gang che mi diverte tantissimo. Sono felice anche del nuovo fenomeno trap perché è meno concorrenza per me perché io non la farò mai! In questo mi sento come i Rolling Stones che non si sentono in competizione con gli Imagine Dragons perché loro fanno classic rock. Ecco,  io faccio ckassir rap o classic rap’n’roll. Chiamalo pure classic Ax.

Entrambi siete stati coinvolti in talent show ma si ha l’impressione che quando si presentano dei rapper voi siate piuttosto scettici e così?
J-Ax In realtà, quelli bravi tendenzialmente non si presentano perché hanno sfiducia messo il mezzo televisivo.
Fedez Oggi vale ancora il retaggio del fruitore del talent abituato a riconoscere il talento vocale piuttosto che quello della scrittura; quindi ci si alza in piedi quando si sente l’acuto ma non quando si ascolta un bel verso.
J-Ax Inoltre, i rapper sanno che per costruirsi una certa credibilità, soprattutto all’inizio, devi gridare contro tutti, figurarsi andare in televisione!
Fedez Inizialmente devi andare contro tutti, poi ti devi contraddire su tutto quello che hai detto prima…
J-Ax Tipo me!

Prossimi progetti?
J-Ax
Allora chiariamo subito: i rumors su Lady Gaga se li sono inventati i giornalisti! Io sono suo fan e basta che lo dica perché si scriva che è in arrivo una collaborazione con lei. Però se voi giornalisti continuate a dirlo, magari qualcosa succede… (ride, ndr)
Fedez Possiamo dire che a breve ci sarà un annuncio grosso che ci riguarda: sarà molto importante e soprattutto spiazzante. Ma per ora non possiamo aggiungere altro.

[amazon_link asins=’B01MRU1HO6,B0711L7D1W,B01F2JXYXS,B01MRUG4U9′ template=’ProductCarousel’ store=’musicaetv-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4d605333-addf-11e7-a9c8-23a556ae49b3′]