Intervista ai Jaspers, band di Quelli che il calcio: «Noi, fan di Luca e Paolo, in tv con loro! Una sfida divertente»

Li avevamo lasciati a inizio anno con il singolo Mr. Melody che arrivava dopo il brano Mastica del 2016 e oggi ritroviamo i Jaspers in casa Rai. Da domenica 10 settembre, infatti, Fabrizio Bertoli, Giuseppe Ferdinando Zito, Erik Donatini, Eros Pistoia, Joere Olivo e Francesco Sgarbi sono la band ufficiale del programma di Rai 2 Quelli che il calcio condotto da Mia Ceran con Luca e Paolo.

Per l’edizione numero venticinque, dunque, il programma sportivo si rinnova scegliendo un gruppo emergente come i Jaspers che ha fatto dell’ironia una delle chiavi della sua musica. Del resto, il lato divertente fa da sempre parte di Quelli che il calcio e il ruolo del gruppo milanese prevede non solo la sigla della stagione ma anche l’accompagnamento negli sketch dei conduttori.

Ph. Cr.: Chiara Sardelli

Una bella prova per i sei musicisti , non c’è che dire. Li abbiamo contattati per fare qualche chiacchiera con loro sull’inizio dei questa avventura televisiva; ecco che cosa ci hanno raccontato.

Ragazzi, siete tra le novità della nuova stagione di Quelli che il calcio, partita il 10 settembre su Rai 2: quali sono le prime impressioni dopo il debutto televisivo?
È indubbiamente una novità per noi e ne siamo molto entusiasti e coinvolti: è un onore essere la prima band resident a suonare in diretta, dopo 25 anni dalla nascita del programma.

Ma come è nata questa avventura, come siete stati contattati?
Siamo stati notati dagli autori Rai sul web grazie ai nostri video, crediamo che cercassero qualcosa di differente dal solito. Una band che non si prendesse troppo sul serio, pronta a mettersi in gioco musicalmente e non, con ironia e professionalità.

Di fronte alla proposta Rai ci sono stati dubbi, paure, iniziali o avete accettato senza troppe remore?
Nessun dubbio o  timore, anzi! Abbiamo valutato rapidamente e accettato con entusiasmo subito dopo l’incontro con gli autori, ci è sembrata una grande opportunità per noi, oltre che una bella sfida, divertente e davvero molto “Jaspers”!

Ph. Cr.: Chiara Sardelli

In trasmissione avete il compito di suonare la sigla, ma non solo: qual è precisamente il vostro ruolo anche nelle interazioni con i vari protagonisti?
Ci confrontiamo settimanalmente con gli autori, i quali ci aggiornano su quali saranno gli ospiti della trasmissione, da lì valutiamo senza limiti di genere cosa suonare o riarrangiare. Dalla sigla, a tutti gli stacchi pubblicitari, i “centoni” con Luca & Paolo, le gag, i saluti di fine puntata, compresi anche i nostri brani.

A condurre il programma, quest’anno, sono Luca e Paolo con Mia Ceran, personaggi tv piuttosto diversi fra loro. Come vi state trovando?
Siamo a nostro agio a lavorare e confrontarci con i presentatori, sono dei  professionisti, simpatici, e molto disponibili. Si sta creando sempre più complicità e si lavora in modo molto rilassato e divertente, anche perché noi da anni siamo fan di Luca e Paolo.

C’è qualcosa della tv che vi ha sorpreso particolarmente ora che siete in quella “scatola”?
Dal punto di vista prettamente musicale possiamo dire che ci abbia sorpreso la precisione e la velocità con cui dobbiamo essere sempre pronti a cambiare, modificare rapidamente e in tempi brevi arrangiamenti e brani, anche a pochissimo tempo dall’inizio della diretta.

In che modo pensate che il vostro pubblico possa cambiare con questa esperienza catodica?
Crediamo che il nostro pubblico non cambierà, ma semplicemente aumenterà, come sta già accadendo; essere in diretta nazionale per una stagione intera,  tutte le domeniche non è cosa comune,  vogliamo farci apprezzare come durante i nostri concerti, per nostra teatralità e musicalità e stiamo dando il massimo.

Ph. Cr.: Chiara Sardelli

Qual è il vostro rapporto con il calcio? Siete tipicamente quei ragazzi per i quali la domenica è consacrata allo sport? E per chi tifate?
Seguiamo lo sport ma non siamo propriamente dei tifosi sfegatati, alcuni di noi seguono i mondiali, direi che i veri tifosi sono Giuseppe (voce) e Joere (batterista) che sono Milanisti convinti.

Parallelamente al progetto televisivo come procede il lavoro al nuovo album?
Procede molto bene, ora siamo concentrati su questa esperienza televisiva che è appena iniziata, ma continuiamo a lavorare in studio su nuovi brani in previsione del prossimo album.