Uomini e Donne 2017: dal 18 settembre la nuova edizione del talk show di Maria De Filippi

Lunedi 18 settembre su Canale 5 alle ore 14,45 parte la nuova edizione del popolare talk show Uomini e donne di Maria De Filippi.

Confermate le due tipologie di trono: quello Classico dove i giovani protagonisti cercano l anima gemella; Quest anno siedono sul trono:

Mattia: 25 anni, vive in provincia di Napoli. Lavora in uno studio dentistico con la sorella. Alex: 22 anni, vive in provincia di Verona e lavora in un salone di hair beauty. Ha un fratello e una sorella gemelli e una sorella maggiore.

Sabrina: 32 anni, vive a Roma con la figlia di 4 anni, Penelope. Cura la parte social e marketing di uno studio medico. Ha partecipato ad Amici nell’ edizione 2004 nella categoria ballo. Paolo: 26 anni, vive a Torino ed è un consulente assicurativo per il settore finanziario. Ha partecipato a Temptation Island come tentatore.

E quello Over che invece facilita le relazioni tra persone adulte e permette a chi è single, separato o vedovo di fare amicizia, divertirsi e frequentarsi anche fuori dallo studio tv, di corteggiarsi nella speranza poi, come per tutte le generazioni, di potersi innamorare.

Questa stagione prevede una novità: sono moltissime le persone che scrivono alle redazioni dei programmi targati Fascino, ma non tutte le richieste per varie ragioni, si riescono ad accogliere e soprattutto a risolvere.

Uomini e Donne dedicherà quindi un piccolo spazio a queste richieste che verranno raccontate a casa via Tv ma – e ecco la novità più importante – mettendo in contatto le persone che si rivolgono al programma, anche in diretta Facebook ogni volta che si registrerà. La commistione di questi due mezzi di comunicazione, la tv e il social più social che ci sia, potrà forse aiutare ancora più persone a raggiungere le soluzioni desiderate.

Basterà sintonizzarsi sulla pagina Facebook del programma per avere in diretta e quindi in anteprima rispetto alla TV, la visione delle richieste e loro possibili soluzioni, che ovviamente potranno comunque pervenire con i metodi classici delle mail o telefono.